Il benessere secondo l’Ayurveda trascurando i soliti consigli

di Pina Commenta

Viveresano entra nel merito del linguaggio e delle particolarità dell’Ayurveda spiegando che l’estate è la stagione della Pitta dosha, è il momento in cui l’elemento del fuoco della nostra vita e del nostro corpo, può subire un’accelerazione. 

Nella stagione calda bisogna quindi seguire uno stile di vita che è raccomandato generalmente alle persone con costituzione Pitta. Le cosiddette terapie anti-Pitta sono rinfrescanti, calmanti, detossificanti e nutrienti. Chi ha problemi con questo elemento può avere problemi di fegato, oppure problemi legati all’acidità di stomaco ma anche problemi legati alla pelle tra cui eczema, acne e psoriasi.

Il primo consiglio fornito per un’estate di benessere è quello di seguire una dieta bilanciata che privilegi i sapori dolce, amaro e astringente. Come si fa? Preferendo il consumo di verdure crude, succhi vegetali e succhi di frutta. Non bisogna tra l’altro trascurare il sistema di cottura. È vero che bisogna prediligere vegetali crudi e frutta per il loro apporto di vitamine e sali minerali ma se non riuscite a stare lontani dai fornelli occorre cucinare salvaguardando la leggerezza degli alimenti. La cottura al vapore è super consigliata mentre si sconsiglia di affidarsi a fritture e grigliate che sottopongono il cibo stesso a temperature troppo elevate che ne aumentano l’ossidazione.

Se poi volessimo dare indicazioni anche in merito all’abbigliamento dovremmo dire che vanno scelti abiti dai colori rinfrescanti, per esempio bianco, verde e blu. Queste tonalità aiutano il corpo a rinfrescarsi, mentre bisogna evitare colori forti e brillanti. Siete amanti delle pietre che arricchiscono la gamma di accessori? Allora prediligete pietra della luna, ametista, cristallo di rocca, smeraldo, giada, peridoto, zaffiro blu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>