L’anima green di chi ha la passione per il caffè.

di Ma.Ma. Commenta

È innegabile: le capsule hanno rivoluzionato il nostro modo di bere il caffè.

Anche in Italia, patria della moka e dell’omino coi baffi, le macchine del caffè hanno invaso le cucine e probabilmente non le lasceranno più. D’altronde chi più degli italiani può apprezzare un caffè buono come al bar in qualunque momento della giornata?

E poi dopo il caffè sono arrivate tutte le altre bevande: orzo, ginseng, caffè aromatizzati, cioccolate e cappuccini. C’è solo l’imbarazzo della scelta!

La capsula non è certo eco-friendly: basti pensare che in media, ogni 6 grammi di caffè, ci sono 3 grammi di imballo. Una quota altissima che non è paragonabile a nessun altro prodotto alimentare. E così di tazzina in tazzina, l’anno scorso siamo riusciti a produrre 12 mila tonnellate di rifiuti derivanti dal consumo di caffè in capsula solo nel nostro paese: una cifra esorbitante che purtroppo è destinata a crescere. Qualcuno ha preso decisioni drastiche. La città di Amburgo, ad esempio, ha proibito il consumo di caffè in capsule in tutti gli uffici pubblici. Ma altre soluzioni ci sono e sono già disponibili sul mercato, quindi, per tutti quelli che alla passione per il caffè vogliono unire l’amore per il pianeta, ecco alcune idee eco-compatibili per non rinunciare all’espresso e avere la coscienza pulita. Oltre a qualche suggerimento su dove trovarle.

Le cialde in carta.

Comunemente chiamate ESE 36mm o ESE 44mm a seconda della loro dimensione, racchiudono il caffè macinato in due dischetti di carta. Una volta usate, possono semplicemente essere gettate insieme ai rifiuti organici ed è fatta!

Le capsule in alluminio.

Per queste, il riciclo non è impossibile ma sicuramente più complesso. Per essere smaltite, occorre separare il caffè dalla capsula. Il macinato è ovviamente un prodotto organico biodegradabile, mentre l’alluminio viene avviato ad un processo che ne garantisce il totale riutilizzo. Anche in questo caso quindi, essere green si può, ma certo è più complicato.

Per facilitare i consumatori e ridurre l’impatto ambientale della propria azienda, Nespresso ha da tempo invitato i propri clienti a riportare la capsule usate presso le proprie boutique, dove vengono poi avviate al corretto processo di riciclo. Il progetto sta dando ottimi risultati e nel 2015 sono state raccolte oltre 400 tonnellate di capsule, ma si tratta pur sempre di una goccia rispetto alle 12mila tonnellate totali. I consumatori di capsule compatibili Nespresso o di altre capsule sempre in alluminio, possono separare i due materiali anche in casa ma ci vuole un po’ di pazienza…

Le capsule in plastica.

Più della metà delle capsule vendute è in plastica. Il corretto riciclo di queste monodose è molto simile a quello descritto sopra per quelle in alluminio. Anche in questo caso, caffè e plastica vanno separati e smaltiti ciascuno secondo il proprio processo di riciclo.

La grande novità: le capsule compostabili.

Se siete già stufi di svuotare capsule usate ancora prima di aver iniziato, oggi è disponibile il prodotto perfetto per voi: le innovative capsule biodegradabili e compostabili.

“Cosa hanno in comune una capsula Caffè Vergnano e una banana?”: è questa la domanda con cui l’azienda ha presentato al grande pubblico la novità nel marzo del 2015. Ma l’azienda piemontese non si è fermata alla capsule e ha rinnovato completamente anche la confezione così che ora ogni sua parte è smaltibile nella raccolta differenziata: la scatola nella carta, l’incarto nella plastica e la capsula nell’organico.

Esatto: l’intera capsula può essere gettata nell’umido proprio perché è totalmente realizzata con materiali organici biodegradabili. Dopo il lancio delle capsule compatibili con macchine Nespresso, ora Vergnano offre agli estimatori del proprio espresso anche le compatibili Lavazza A Modo Mio.

Il grande successo delle capsule compostabili non si è fatto attendere e i consumatori entusiasti le hanno volute premiare eleggendole Prodotto dell’Anno 2016. L’intera gamma delle capsule compostabili Vergnano può essere acquistata online sul sito https://www.cialdamia.it/.

Dopo Vergnano, molte altre aziende hanno lanciato o stanno per lanciare capsule compostabili.

Presentata all’edizione 2016 di Fa’ la Cosa Giusta, la capsula compostabile Lavazza ha fatto ufficialmente il suo ingresso nel mercato. L’innovativa capsula è compatibile con tutta la gamma di macchine proposte dalla Lavazza ‘A Modo Mio’ e sarà presto disponibile sul sito CialdaMia.it nelle due miscele ‘Ricco‘ e ‘Aromatico‘, entrambe certificate Rainforest Alliance.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>