Aids, in Italia un nuovo contagio ogni due ore

di Ma.Ma. Commenta

Un dato allarmante arriva sull’Aids: in Italia ogni due ore si registra un nuovo contagio. Lo affermano gli specialisti dell’Icar (Italian Conference of AIDS and Antiviral Research) che si terrà quest’anno dal 6 all’8 giugno 2016 a Milano. Nonostante da tempo si cerchi di mettere in guardia sul virus dell’Hiv, l’Aids è una malattia che ancora non viene presa troppo sul serio. Moltissime le persone che, durante i rapporti sessuali, non usano precauzioni e tante anche quelle che sono venute a contatto con il virus ma non lo sanno perché non si sono mai sottoposte al test.

Quel che è certo però è che, nonostante si siano fatti passi da giganti nella medicina, Hiv e Aids rimangono ancora malattie poco considerate, anche se molto pericolose. Non è più come trent’anni fa, questo va detto: oggi è comunque possibile convivere con il virus fino alla vecchiaia con la massima serenità, anche se guarire del tutto non è ancora possibile. Ma quello su cui si vuole puntare i riflettori è la mancanza assoluta di prevenzione da parte soprattutto dei giovanissimi che prendono alla leggera la cosa, sottovalutando i rischi di un rapporto sessuale non protetto.

 COSA PUOI FARE PER LA LOTTA ALL’AIDS

A oggi la Lombardia risulta essere la regione con più persone sieropositive, con 20mila contagiati, seguono il Lazio, l’Emilia Romagna e la Liguria. Il 25% delle persone è sieropositivo e non sa di esserlo, e questo è ovviamente un problema perché spesso le persone ignare contagiano altre ovviamente in modo totalmente inconscio.

Foto | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>