Zanzare OGM per prevenire malattie pericolose

di Pina Commenta

Medici Senza Frontiere e poi anche l’OMS hanno fatto luce su una serie di emergenze che probabilmente dovranno essere affrontate nel 2016 tra cui anche delle malattie mortali e pericolose. La scienza ha provato a dare una risposta o meglio una soluzione ad alcune malattie sperimentando l’efficacia delle zanzare geneticamente modificate. 

Le zanzare geneticamente modificate potrebbero essere un potente strumento contro una serie di malattie diffuse da virus e parassiti, come malaria, dengue, zika, ebola e leishmaniosi viscerale (Kala Azar), “che rappresentano, insieme a colera, morbillo e meningite, una sempre maggiore minaccia alla salute delle persone e potrebbero potenzialmente trasformarsi in epidemie nel corso del 2016” come mette in luce Medici senza frontiere. Un allarme recepito dalla stessa Oms, che ha convocato con urgenza una riunione dell’International Health Regulations’ Emergency Committee per indicazioni sull’epidemia crescente di Zika e per sollecitare un’azione globale.

Questo è l’incipit di un articolo che ben spiega la questione, redatto dal Sole 24 Ore. Gli epidemiologi sono cauti nel dire che è un’emergenza che potrebbe interessare anche il nostro Paese. Insomma, nessun allarmismo anche se tante persone che viaggiano in paesi a rischio potrebbero portare anche in Italia il virus che si trasmette molto facilmente da uomo a uomo. Detto questo bisogna però ricordare che come per ogni epidemia, adesso c’è l’attenzione dei governi e degli enti che si occupano della salute della cittadinanza mondiale.

Obama, uno dei pochi leader a parlare sull’argomento ha chiesto di intensificare la ricerca per la prevenzione e la diagnosi delle infezioni causate dalla zika. Potrebbe essere realizzato proprio in America il vaccino basandosi sulle ricerche delle zanzare OGM.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>