5 insospettabili cose che rovinano i denti

di Pina Commenta

Sappiamo tutti che le caramelle, i dolcetti, la soda, sono fra i nemici numero uno dei nostri denti. Ma gli zuccheri e gli acidi si nascondono in molti altri insospettabili alimenti. 

Vediamo quindi 5 insospettabili colpevoli che possono rovinare i tuoi denti.

1) Succhi di frutta

Parliamo di quelli che si trovavano normalmente in commercio, dove, a parte la frutta, ci sono tantissimi zuccheri. Questi zuccheri vengono convertiti in acidi e possono provocare facilmente la carie dentale. È come fare fare ai denti un bagno nel cioccolato. Bevendo con una cannuccia si può tenere un po’ più distante il succo dai denti. Attendete almeno 45 minuti, per non rovinare ulteriormente lo smalto, e poi lavatevi i denti.

2) Vitamine da masticare

Sono la moda del momento, sembrano caramelle gommose e invece sono vitamine da masticare. Il problema però, è che il loro rivestimento zuccherato resta appiccicato ai denti, provocando la carie. Meglio assumere le vitamine sotto forma di pillole.

3) Salsa barbecue

Un must dell’estate e non solo è fare delle gran belle grigliate dove il più delle volte scorrono fiumi di salsa barbecue. Questa salsa, che usiamo in abbondanza su costolette di maiale, pollo e quant’altro, è ricca di zucchero. Meglio non abusarne e soprattutto lavare i denti dopo aver mangiato un piatto con salsa barbecue per evitare macchie e carie.

4) Frutta disidratata

È un ottimo spuntino, nutriente, ma a differenza della frutta fresca potrebbe non essere l’ideale per i vostri denti. Purtroppo, per come è fatta, gli zuccheri contenuti tendono ad aderire ai denti allo stesso modo delle caramelle gommose. Correte subito a lavare i denti dopo aver mangiato questo snack.

5) Vino bianco

Il vino rosso ha una cattiva reputazione perché potrebbe macchiare i denti, ma il vino bianco è ugualmente un nemico del vostro sorriso perché i suoi acidi corrodono lo smalto rendendo i denti vulnerabili. Potete accompagnare il vino con del formaggio che equilibria la dose di calcio e fosforo, tamponando gli acidi del vino. Oppure, fate subito dei gargarismi d’acqua dopo averlo bevuto.

Photo Credits |Valentyn Volkov/ Shutterstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>