Come curare la varicella con i rimedi omeopatici

di Pina Commenta

La varicella è una malattia esantematica tipica dell’infanzia. Il contagio è molto facile, e per questa ragione si diffonde con estrema semplicità, specialmente a scuola e all’asilo.

varicella prurito

Generalmente non ha sintomi gravi e si risolve in poco tempo. I sintomi per riconoscere questa malattia sono le tipiche macchioline rosse che finiscono per diventare bollicine e poi crosticine. Compaiono soprattutto sul torace, sul viso ma possono diffondersi su tutto il corpo e soprattutto possono portare un forte prurito.

La varicella si manifesta dopo circa 15-20 giorni dal contagio e la contagiosità va da 2 giorni prima a 6 giorni dopo la comparsa delle prime vescicole. Quando ormai si sono formate le croste non c’è più possibilità di contagio.

Per alleviare i sintomi della malattia, è possibile fare ricorso a dei rimedi omeopatici, che aiutano a calmare l’irritazione e il prurito.

Rhus toxicodendron 5 CH

Questo rimedio, da utilizzare in 3 granuli, 3-4 volte al giorno, aiuta a ridurre la diffusione dei puntini e anche la durata dell’eruzione. Aiuta a calmare il prurito, specialmente di notte.

Ribes nigrum 1 DH

Questo rimedio, da utilizzare dalla 10 alle 30 gocce per 3-4 volte al giorno, aiuta ad alleviare il prurito, specialmente nei casi di maggiore intensità.

Graphites 9 CH

Questo rimedio, da assumere nella dose di 3 granuli 2 volte al giorno, aiuta il formarsi delle crosticine e inibisce il prurito, proprio per evitare di lasciare segni.

Belladonna 5 CH

Questo rimedio, da assumere nella dose di 3 granuli 4-5 volte al giorno, è utile nel caso in cui alla varicella sia associata febbre molto alta, che supera i 38°.

Trovi altri rimedi omeopatici qui.

Photo Credits |kryzhov/ Shutterstock