La dieta dell’acqua

di Pina Commenta

Una dieta a base dell’alimento più sano che ci sia? La dieta dell’acqua ovviamente. Dalla potente azione purificante e disintossicante, zero calorie e alto potere saziante, cosa chiedere di più? L’acqua è certamente fondamentale e basare su questo elemento la propria diete può essere una mossa vincente.

Ovvio che non dovrete assumere esclusivamente acqua, bensì valorizzare ed incrementarne l’assunzione. Secondo l’esperto Nicola Sorrentino, c’è una semplice regola da seguire, la regola degli otto bicchieri d’acqua al giorno: due bicchieri prima di colazione, uno a metà mattina, due prima di pranzo, uno a merenda e due prima di cena.

Adottando questo principio, il senso di sazietà ci raggiungerà molto più rapidamente durante i pasti, attivando la cosiddetta termogenesi, ovvero quel meccanismo metabolico che ci aiuta a dimagrire.

Secondo una recente ricerca d’oltreoceano, seguendo questa regola si perde più peso e più facilmente. Facendo seguire ad un gruppo di persone la stessa dieta ipocalorica per tre mesi, chi ha seguito la regola degli otto bicchieri d’acqua ha perso in media oltre 2 chili in più rispetto a chi non lo ha fatto. Una bella differenza di certo, senza contare gli effetti purificanti e drenanti dell’acqua.

Per ottenere risultati visibili e duraturi, come in tutte le diete, è necessario svolgere una corretta attività fisica e adottare un regime alimentare basato sul consumo di frutta e verdura, legumi, pochi grassi e zuccheri, va bene anche la pasta, purché i condimenti siano leggeri. Va benissimo bere anche durante i pasti, nel senso che gli otto bicchieri, da bere come indicato prima, sono il limite minimo in una giornata. Ma anche l’eccesso non va bene, specialmente se avete problemi cardiaci o renali.

Photo Credits |wavebreakmedia/ Shutterstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>