Come curare l’inappetenza con i rimedi omeopatici

di Pina Commenta

L’inappetenza è un sintomo non poi così raro. La mancanza di appetito può avere cause fisiologiche, patologiche ma anche psicologiche.

Da bambini il nostro appetito non è lo stesso che da adulti, mentre febbre, malattie, intolleranze, virus influenzali, sono le principali cause patologiche dell’inappetenza. Disagi e difficoltà psicologiche, stati depressivi, sono ulteriori cause di questo sintomo.

In caso di inappetenza, dunque, il nostro corpo ci sta mandando dei segnali che non vaglio ignorati, per questo il consulto di un medico è sempre importante.

Anche l’omeopatia può avere degli aiuti in caso di inappetenza, andando a seguire, su consiglio di un medico omeopata, un terapia sulla base di un trattamento sintomatico o di fondo.

Vediamo quindi i rimedi omeopatici più indicati contro l’inappetenza.

Se parliamo di trattamento di fondo, il rimedio più indicato è Natrum muriaticum 9 CH, da assumere in 5 granuli una volta al giorno fino al miglioramento.

Parlando invece di trattamento sintomatico, il rimedio più indicato è Lycopodium clayatum 5 CH, da assumere in 5 granuli tre volte al giorno fino al miglioramento.

Altro rimedio è il complesso Avena sativa – Gentiana lutea – Medicago sativa 3 DH, da assumere in 5 granuli 3 volte al giorno.

Facendo un altro tuffo nella medicina alternativa, vogliamo anche indicare il rimedio relativo alla floriterapia di Bach. In questi casi, dunque, particolarmente indicato è il fiore di Bach Chestnut Bud, che aiuta a ritrovare l’appetito.

Il parere del medico, specialmente nei casi in cui questo sia il sintomo di una grave patologia, resta fondamentale.

Trovi tanti altri rimedi omeopatici qui.

Photo Credits |Arisha Singh / Shutterstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>