Cromoterapia: gli effetti dei colori sul nostro corpo

di Pina Commenta

Ormai è cosa nota che i colori, ognuno di essi, abbiano dei particolari effetti su di noi. Non si tratta solo della vista, ma anche della pelle, il cui strato più superficiale è molto ricettivo nei confronti della luce e quindi del colore.

Il colore si sa, è un elemento fondamentale in natura, definisce i mutamenti delle stagioni, aiuta gli animali nella sopravvivenza e a comunicare.

Da un punto di vista fisiologico, i colori possono essere suddivisi in colori caldi, come il giallo e il rosso, o colori freddi, come il blu o il violetto. Prendendo in considerazione, per il momento, i colori caldi, vediamo quali sono i benefici che possono sprigionare per il nostro corpo, i benefici della cromoterapia.

Rosso

Il rosso è il colore caldo per eccellenza, in grado di restituire subito la sensazione di calore e vitalità. Il corpo, a contatto con questo colore (luci o pareti rosse), tende ad la pressione arteriosa, aumenta la frequenza cardiaca, stimola l’irrorazione sanguigna, l’attività nervosa e ghiandolare, i muscoli e gli organi della riproduzione. Ideale quindi in caso di stanchezza fisica e mentale, stati di convalescenza e depressione.

Si possono usare lenzuola rosse, bende rosse per accelerare la cicatrizzazione di ferite, o bere infuso di tè rosso e carcadè se si soffre di pressione bassa. Sì a frutti come ribes rosso e lamponi.

Giallo

Il giallo è il colore del buonumore, è in grado di rilassare e stimolare la comunicazione e la concentrazione. È adatto a chi soffre di sbalzi umorali, affezioni del tratto digestivo come stitichezza, problemi epatici, gonfi ore addominale, digestione lenta. In più stimola il sistema ghiandolare e linfatico e l’attività cerebrale. Oltre al colore delle pareti di casa, il giallo va bene in cucina, via libera quindi a frutti gialli, come il limone e l’ananas, zafferano, fiori gialli di tarassaco, ma anche, per un bagno rilassante, olio essenziale di bergamotto o benzoino.

Arancione

Colore energetico, in gradi di dare allegria, risvegliare l’organismo e stimolare i processi assimilativi e l’appetito. Via libera ai frutti arancioni come arance, albicocche, meloni, ma anche i frutti tropicali come la papaia e il mango, e i vegetali come le carote. Questi frutti aiutano a ritrovare le energie e a risollevare le difese immunitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>