Gli sport che fanno bene al tuo bambino

di Pina Commenta

Lo sport fa bene, si sa, ed è per questo che sempre più genitori scelgono di far praticare ai loro bambini un’attività sportiva. Non parliamo soltanto di un benessere fisico e del giovamento che la salute del nostro piccolo atleta ne trae.

Parliamo anche di un benessere psicologico, di una valvola di sfogo che i nostri ragazzi hanno dopo i piccoli grandi stress che si accumulano tra i banchi di scuola, e lo sviluppo di valori positivi quali l’autodisciplina, la lealtà, la solidarietà, la socializzazione.

Ispirando i nostri bambini ad abbandonare la vita sedentaria sul divano, davanti al monitor di una TV, di un computer, di una consolle o di uno smartphone, proponiamo una serie di attività sportive per i più giovani, basta solo scegliere quella più adatta al vostro ragazzo.

Dai 6 ai 10 anni

In questa fase, generalmente sono i genitore a scegliere l’attività da far praticare al proprio bambino. Il consiglio perciò è di avviarlo a diversi sport, in modo da poter scegliere, insieme a lui, quello verso il quale si sente più portato. Avviarlo a diverse attività fisiche significa anche consentire uno sviluppo più armonico del corpo. Si può quindi optare per attività puramente ginniche come l’atletica, abbinate ad uno sport come calcio, equitazione, pallavolo e così via. L’importante è scegliere strutture adeguate con personale esperto, che sappia creare soprattutto divertimento per il bambino.

Dai 12 anni

Da questa età il bambino ha già acquisito una certa consapevolezza e potrà scegliere, secondo le proprie inclinazioni l’attività sportiva che preferisce e potrà anche essere avviato alla pratica agonistica.

Tra gli sport di squadra più diffusi c’è il calcio, indicato per migliorare lo spirito di gruppo, la socializzazione e la sicurezza in sé. Tra i tanti vantaggi aiuta a sviluppare la concentrazione, la potenza aerobica e muscolare, la rapidità di reazione e la coordinazione motoria.

Il nuoto è un altro sport molto amato soprattutto da mamme e papà. Ed in effetti aiuta a sviluppare autonomia ed autostima, oltre a migliorare il sistema cardiocircolatorio e respiratorio nonché l’intero apparato muscolare, coinvolgendo tutti i muscoli del corpo.

Altro sport che inizia a prendere piede anche in Italia, è l’equitazione. Questa attività ha il vantaggio di creare un rapporto empatico con un altro essere vivente. Questo sport aiuta a sviluppare il senso di responsabilità e il rispetto verso gli altri, aiuta a gestire ansia, contribuisce all’equilibrio e alla coordinazione.

Tra gli altri sport che possono essere considerati individuali e che aiutano a sviluppare ottime qualità psico-fisiche troviamo il tennis, molto rivalutato per i bambini, il pattinaggio, la scherma.

Altro sport di squadra molto amato è il basket. Questo sport contribuisce a sviluppare il senso di autostima, del rispetto dell’avversario e delle regole e ad accettare la sconfitta. Si sviluppano velocità, resistenza, potenza muscolare, equilibrio e coordinazione.

S’inserisce in questo filone di ottimi sport di squadra anche la pallavolo, il rugby, l’hockey.

Da non dimenticare l’atletica leggera, considerata alla base di tutte le attività fisiche, e grazie alla quale il bambino potrà gradualmente scegliere a quale specializzazione avviarsi, sviluppando grandi capacità di disciplina, determinazione, forza di volontà, apprendimento, consapevolezza dei propri limiti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>