Addio alla cellulite con gli sport acquatici, dall’acqumba all’acquafight

di Pina Commenta

 Non solo nuoto per contrastare la cellulite e dire addio al fastidioso effetto a buccia d’arancia. Ormai si sa che gli sport acquatici sono infallibili per contrastare efficacemente il temibile inestetismo della cellulite ma come anticipato non parliamo solo del classico nuoto, c’è infatti un infinito universo di sport acquatici adatti a questo problema, a combattere i cuscinetti adiposi e a farci ritrovare la forma fisica.

Una novità assoluta è l’acqumba. Come si può intuire dal nome di questa disciplina, si tratta di un mix di ritmi latini, balli di gruppo, danze popolari, il tutto eseguito in acqua. Naturalmente gli esercizi vengono studiati affinché possano essere eseguiti in acqua e i benefici sono tanti. Uno è proprio il divertimento, sulla falsariga della zumba, che viene eseguita a terra, anche qui si sta insieme e praticamente si balla al ritmo coinvolgente della musica latina e con tutti i benefici dell’acqua. Un esercizio cardiovascolare che però fa lavorare tutto il corpo, specialmente gli arti inferiori e gli addominali, dove l’adipe tende ad accumularsi.

Altra attività interessante è l’acquafight. come suggerisce la parola stessa, si tratta di emulare mosse da combattimento, come calci e pugni, eseguibili però in acqua. . Il beneficio principale in questa disciplina è il massaggio cutaneo che deriva dal continuo movimento. L’effetto più gradito è la riduzione della buccia d’arancia e l’attenuazione dei capillari più visibili, il tutto dovuto all’ossigenazione dei tessuti che avviene con il lavoro in acqua.

Un’attività particolare ed efficace è sicuramente l’hidrobike. È un po’ come fare la cyclette in acqua ma con una sensazione di rilassamento dovuta all’immersione in acqua. I muscoli, soprattutto delle gambe, lavorano molto e inoltre l’acqua mossa dalle pedalate crea una sorta di idromassaggio che contrasta efficacemente la cellulite.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>