Influenza, calano i vaccini

di Pina Commenta

 Il SITI, Società Italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica, lancia l’allarme. E’ stato fatto registrare un calo alquanto grave della copertura vaccinale negli ultimi dieci anni. La copertura è stata ridotta del 15%. Al calo corrispondono annualmente oltre 90.000 casi di influenza in più in confronto agli anni precedenti.

Calano i vaccini e aumentano le influenze

I risultati di uno studio fatto dalla SITI nella Regione Liguria, evidenziano che per ogni punto di riduzione percentuale di copertura vaccinale, vi sono circa 160 casi di influenza fra gli over 65enni.

Questo dato, se rapportato alla popolazione nazionale, si configura appunto in 90.000 casi di influenza ogni anno, con un consistente incremento delle complicanze,  delle ospedalizzazioni e delle morti.

Nel contempo, un caso di influenza in un soggetto di oltre 65 anni costa, da un punto di vista strettamente economico, circa 1200 euro, ovverosia oltre 100 milioni di euro alla comunità nazionale.

Secondo la SITI una delle possibili cause di questa riduzione può essere ricercata nella decisione che ha preso l’AIFA, l’Agenzia Nazionale che si occupa dei farmaci, nell’Ottobre del 2012, i vaccini antinfluenzali commercializzati dalla Novartis.

Tale decisione venne stabilita in un attimo in cui la campagna influenzale stava partendo e la decisione del ministero, che provocò il ritiro di quasi mezzo milione di dosi, fu probabilmente interpretata erroneamente dai cittadini italiani i quali pensarono che il vaccino potesse fare male.

Ed invece quei vaccini vennero tolti dal mercato perché era stata la Novartis stessa ad avere riscontrato, durante l’estate nel momento in cui si preparano i vaccini, delle anomalie su alcune partite.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>