Due milioni di italiani sono vegani

di Pina Commenta

L’Italia, da sempre riconosciuta come patria della buona cucina, abbraccia una tendenza alimentare che di giorno in giorno diventa sempre più rilevante: è quella della dieta vegana e di coloro che vogliono una tavola cruelty free, prodotti vegetariani non ottenuti da animali.

Stando ad un recente sondaggio, sarebbero circa due milioni i cittadini italiani convertitisi al veganesimo: gli uomini fanno questa scelta per motivi di benessere e salute (42,3% contro il 28,2% delle donne), mentre le donne sono stimolate dal rispetto per gli animali (il 66,7% contro il 30,8% degli uomini).

In ogni caso, all’aumentare dei consumatori, aumentano i prodotti dedicati. Nei supermercati, ad esempio, è da registrare l’aumento di alimenti come ragù vegetali, piatti pronti a base di tofu e seitan, hamburger e cotolette alternative.

Poi, c’è da registrare l’aumento di locali come ristoranti, trattorie e fast food totalmente veg. Arrivano catene da 10 punti vendita aperte e 600 richieste di franchising in corso. Cosa si mangia? tra le specialità panini e cotolette, crocchette e kebab, naturalmente tutto green. Anche le guide più famose si aprono ai consigli sui ristoranti vegani. E’ dunque un dato di fatto che l’alimentazione vegetariana e vegana vuole mostrarsi e farsi conoscere.

L’ultima novità è la Notte Vegan, che si terrà il 4 ottobre. L’invito è a cenare vegetariano, ed una festa organizzata da Edizioni Sonda, con 100 ristoratori e 20 associazioni, nonché con una presenza di pubblico stimata in 10.000 persone. La Notte Vegan sarà anche concerti, dibattiti, letture e momenti musicali, con offerte e possibilità in tutta Italia. Anche l’Oktober fest per l’occasione avrà le sue varianti vegane.

Tutto questo rientra nella Settimana Vegetariana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>