Nausea: quali sono i sintomi, le cause e la cura

di Mariella Commenta

Banale, ma fastidiosa, può indicare una serie di problemi. Parliamo della nausea, sintomi, cause e cura del disturbo che di solito è passeggero. In ogni caso, meglio indagare sulla causa. La nausea non è sempre un problema legato allo stomaco e alla digestione.

Se ti capita soprattutto al mattino, la nausea, che può durare anche per tutto il giorno, è uno dei sintomi della gravidanza: si manifesta soprattutto nel primo trimestre, ma può prolungarsi per tutta la gestazione. Per contrastarla è fondamentale non restare a stomaco vuoto. Quindi, appena alzate, è importante fare colazione e, durante la giornata, concedersi degli spuntini prima del pranzo e della cena. Bisogna anche bere molto per evitare la disidratazione, se la nausea è associata al vomito.

Molto spesso la nausea si manifesta insieme al mal di pancia subito dopo aver mangiato, scatenata da un pasto troppo sostanzioso o consumato in fretta (in piedi al bar o davanti al computer), ma anche dall’aver ingerito cibo scaduto o contaminato. Possono dare problemi anche gli alimenti molto grassi, le bevande gassate, il troppo caffè, l’abuso di alcol. Solitamente questa fastidiosa sensazione si risolve spontaneamente nel corso della giornata, anche bevendo molta acqua.

Quando si viene colpiti da un forte attacco di artrosi cervicale, non è raro soffrire anche di nausea e mal di testa. Molto spesso questi problemi sono legati a un disturbo della circolazione e a disfunzioni a carico della colonna, che compromettono il nervo vago. Questo, che parte dal midollo e arriva fino all’addome, regola il movimento dell’intestino e della digestione, oltre a essere responsabile della frequenza cardiaca, della sudorazione e di alcuni movimenti della bocca.

Un periodo stressante può dare luogo a una nausea costante. Questo perchè lo stress mette a dura prova tutto il fisico, che reagisce producendo neurotrasmettitori, come l’adrenalina. Questo agisce sullo stomaco, che produrrà più acido e causerà nausea. Anche le emozioni forti possono causarla, così come un dolore intenso o l’ansia. In genere, il disturbo passa quando ci si riesce a riposare o ci si rilassa, respirando a fondo o facendo una passeggiata.

L’attività fisica fa bene e andrebbe fatta quotidianamente. Sempre senza esagerare, però, perchè una fatica eccessiva può provocare numerosi problemi fisici, invece che benefici. Effettuare un allenamento troppo intenso, nell’immediato può produrre giramenti di testa, tremori e nausea, a volte con vomito. Il motivo è legato a un aumento di acido lattico con una maggiore acidità del sangue. In questi casi è bene interrompere subito l’attività e fare una pausa.

Photo credit: TheeErin su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>