Il fruttosio fa ingrassare e aumenta il senso di fame

di Redazione Commenta

Spread the love

Non tutti gli edulcoranti sono uguali, e non tutti fanno bene alla linea, secondo alcuni studi, il fruttosio fa ingrassare e aumenta il senso di fame. Sembra che si tenda a mangiare di più, accumulando calorie che fanno lievitare il peso. L’organismo reagisce diversamente a seconda di quel che assumiamo, così è anche per zucchero o fruttosio.

Il fruttosio ha origini vegetali, quindi, in teoria, un derivato di frutta dovrebbe essere un toccasana per la nostra salute. Sono molti gli esperti che suggeriscono di mettere al bando lo zucchero bianco, perchè dannoso per la salute, scegliendo un dolcificante.

Non sembra però che le cose stiano esattamente così, il fruttosio che le aziende produttrici di alimenti industriali utilizzano nei prodotti è un derivato del mais, che ha il vantaggio di costare molto meno rispetto allo zucchero ma di qualità decisamente inferiore.

Uno studio americano sostiene che la scelta di utilizzare il fruttosio è semplicemente una questione economica che, però, può danneggiare la salute dei consumatori in quanto agisce sul cervello diversamente rispetto al glucosio.

I prodotti dolcificati con il fruttosio, non trasmettono al cervello il senso di sazietà, questo induce a mangiare molto di più, di conseguenza, ad accumulare calorie in eccesso, senza rendersene conto.

Tutto questo è il risultato di uno studio dei ricercatori della Yale University School of Medicine, pubblicato sul Journal of American Medical Association (JAMA). Il dottor Robert S. Sherwin, endocrinologo, spiega la nota diramata:

Le persone consumano molto più fruttosio oggi rispetto al passato perché è più conveniente aggiungere un alto contenuto di fruttosio da sciroppo di mais negli alimenti che mangiamo.

Alcuni test erano stati effettuati su modelli animali, i ricercatori hanno voluto constatare se gli effetti fossero uguali sugli esseri umani. Per farlo hanno coinvolto un gruppo di volontari che hanno consumato bevande dolcificate sia con zucchero che con fruttosio. L’osservazione è durata diversi mesi, con un intervallo tra una somministrazione e l’altra, e una visita e l’altra.

É stato chiesto ai partecipanti di valutare il proprio livello di soddisfazione provato dopo aver bevuto la soluzione dolcificata, tutti hanno dichiarato di sentire ancora fame. Così spiega Sherwin:

Quando si mangia, il corpo riconosce che del cibo è in arrivo, e in ultima analisi, il cervello fa del suo meglio per regolare il numero di calorie di cui abbiamo bisogno e la quantità di grasso che abbiamo nel nostro corpo, cercando di mantenere un equilibrio in modo che non mangiamo troppo o troppo poco.

Cosa che non avviene quando si assumono cibi dolcificati con il fruttosio. In apparenza, dunque, lo zucchero è ancora sempre il migliore.

Photo credit: lloydsla.de su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>