La personalità si può capire dalle scarpe

di Braganti Commenta

La personalità di un individuo si può capire dalla scarpa che indossa; a dirlo sono i risultati di uno studio pibblicato all’interno del Journal of Research in Personality dove alcuni ricercatori dell’niversity of Kansas (Lawrence, Usa) avrebbero dimostrato che guardando delle foto di persone estranee è possibile identificare l’età del proprietario, il sesso, lo stipendio approssimativo e altri tratti della sua personalità. In pochissimi secondi osservando le scarpe è quindi possibile carpire numerose informazioni circa alcune caratteristiche di chi le indossa.

Le persone che hanno preso parte a questa specie di esperimento hanno quindi osservato delle foto e hanno quindi cercato di capire la personalità del proprietario; sono emerse diversi punti interessanti. Vediamone qualcuno.

Le scarpe d’alta moda quelle più costose sono come facilemte intuibile le preferite da parte di quelle persone che guadagnano molto; non è vero però (e qui viene meno uno stereotipo classico) che queste scarpe siano indossate da persone particolarmente scrupolose. Christian Crandall, coordinatore dello studio a questo proposito ha spiegato che

se qualcuno indossa delle Christian Louboutin sappiamo che probabilmente tiene a come appare e ha soldi per comprare scarpe costose. Quella suola rossa dice: “Ho speso un sacco di soldi per queste”

Le sneakers molto colorate di solito vengono scelte da quelle persone che da un punto di vista emotivo sono stabili e non particolarmente ansiose; non è però vero, come invece si pensava fino a poco tempo fa che chi sceglie questo tipo di scarpa sia necessariamente estroverso o aperto a nuove esperienze.

Dallo studio è emerso che le scarpe non vengono scelte per lanciare un messaggio ad un interlocutore ma che siano un vero e proprio tratto della personalità dell’individuo.

Photo Credits| jnissa su Flickr

Via| abcnews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>