Chirurgia estetica, il ritocco invece delle vacanze

di Mariella Commenta

In un momento di crisi economica come quello che stiamo attraversando, chiunque fa i conti in tasca per vedere come distribuire le proprie finanze, ed in epoca estiva, si deve scegliere fra vacanze o altre priorità. Gli italiani non hanno dubbi, almeno una buona parte, invece del mare, si fa un salto dal chirurgo estetico per un ritocco invece delle vacanze. Potrà sembrare sorprendente, ma a dirlo è una ricerca Doxa che ha intervistato sia uomini che donne, meglio curare l’aspetto fisico che perdere tempo al mare o in montagna.

Tutto questo nonostante i prezzi di alcuni interventi non siano esattamente a buon mercato, ci si rivolge ugualmente alla chirugia estetica, magari optando per interventi che in questo periodo hanno prezzi più accesibili e per quelli consigliati in estate. Secondo i dati riportati dall’indagine Doxa, il 35 per cento delle donne (nel 2011 la percentuale era del 40 per cento) è disposta a superare, o aggirare, l’ostacolo, e preferisce investire nella propria bellezza.

Nelle decisioni influisce anche il fattore età, infatti, il 22 per cento delle donne intervistate, nella fascia di età compresa tra i 25 e i 55 anni, rinuncerebbe alle vacanze per sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica, sapendo che, perso il mare, ne guadagnano in autostima. Così afferma il 43 per cento delle donne che sono ricorse al ritocco per eliminare il fastidiosio difettuccio.

La ricerca mette anche in evidenza un dato che conferma, una volta di più, che la chirurgia è in aumento fra gli uomini, alla quale ricorrono volentieri, cosa che fino a qualche anno fa avrebbe sconcertato i signori uomini italiani. Una delle cause scatenanti può essere anche l’imminente matrimonio. Ebbene, rispetto al 2011, è risultato che il 9 per cento in più ricorrerebbe al ritocco, fermo restando la paura dell’effetto cicatrici nel tempo.

LaCLINIQUE, la prima organizzazione di Cosmetic Surgery del nostro Paese, ha richiesto questa ricerca che è stata presentata in occasione della terza edizione dell’Osservatorio Nazionale sulla chirurgia Estetica in Italia. L’indagine è stata condotta su un campione di 1000 donne e 250 uomini.

Gli interventi di chirurgia estetica più richiesti, per quanto riguarda le donne, sono la mastoplastica additiva, in aumento rispetto all’anno scorso, la liposuzione e l’addominoplastica. Sul fronte inestetismi, ovviamente, primeggia la cellulite seguita dai cuscinetti adiposi. Sul fronte seno, le preferenze parlano di modificare la forma del seno e non aumentarne il volume. Meglio innalzare e rassodare, per affrontare l’invecchiamento, fase della vita che resta la paura sia a uomini che a donne.

Photo credit: gloriablain2012 su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>