Gli esercizi per rassodare l’interno braccia

di Mariella Commenta

esercizi-rassodare-interno-braccia

Uno degli inestetismi più comuni e fastidiosi nelle donne oltre i quaranta è sicuramente il rilassamento dei tessuti delle braccia e il conseguente accumulo di grasso che inevitabilmente crea un effetto flaccido. Non scoraggiatevi però. L’estate è ancora lontana e gli abiti smanicati possono aspettare di essere indossati, voi cominciate a prendere in considerazione il problema. Ci sono degli esercizi utili a migliorare sia la tonicità dei tessuti profondi che la funzione di sostegno degli strati cutanei più esterni. Abbinando un allenamento di fitness regolare, associato a una dieta bilanciata, che privilegi proteine e carboidrati piuttosto che grassi, otterrete un buon tono muscolare in poco tempo.

Allenamento con i manubri
(Per l’esecuzione di questi esercizi potete sostituire i manubri con delle bottigliette d’acqua da mezzo litro riempite a metà, poi riempite completamente per aumentare il peso. Per aumentare il carico ulteriormente basta sostituire all’acqua altri materiali come riso, sabbia, sassolini)

Esercizio 1
Posizione: in piedi, a schiena dritta, petto in fuori, addominali contratti e gambe divaricate quanto la larghezza delle vostre spalle, punte dei piedi rivolte in avanti, ginocchia leggermente piegate e spalle rilassate.
Movimento: afferrate due manubri con la presa verso l’alto. Rilassate le spalle e mantenete la parte alta delle braccia aderente al corpo. Piegate leggermente i gomiti e portateli un po’ in avanti. Portate un manubrio verso la spalla, e alternate il movimento con l’altro braccio.
Ripetizione: iniziate con 3 serie da 15 ripetizioni ciascuna. Quando sarete più allenate passate a 3 serie da 20 ripetizioni e infine passate a 4 serie per 20.

Esercizio 2
Posizione: in piedi, schiena dritta, petto in fuori, addominali contratti e gambe divaricate quanto la larghezza delle vostre spalle, punte dei piedi rivolte in avanti, ginocchia leggermente piegate e spalle rilassate.
Movimento: afferrate un manubrio con la mano destra e, con il polso dritto, sollevate il peso all’altezza della spalla e il braccio verso l’alto. Inspirando, flettete l’avambraccio dietro la testa, sul braccio, espirando, riportate il braccio in estensione.
Ripetizione: iniziate con 2 serie da 15 ripetizioni ciascuna, per poi passare a 2 serie da 20 ripetizioni e infine a 3 serie da 15.

Allenamento senza attrezzi
Posizione: sdraiatevi su un materassino, a pancia in giù, con i piedi alla stessa larghezza del bacino. Palmi delle mani appoggiati a terra, alla stessa larghezza delle spalle. Corpo proteso dietro, ginocchia a terra. Le braccia devono essere in linea con le spalle e le dita delle mani devono essere rivolte in avanti (non all’esterno). Mantenete la schiena piatta e gli addominali contratti.
Movimento: inspirando, piegate le braccia, portatele a 90° con gli avambracci. Mantenete la posizione per qualche secondo e poi, espirando, ritornate nella posizione di partenza distendendo le braccia.
Ripetizione: iniziate con 3 serie da 8 ripetizioni ciascuna, poi passate a 310 e infine a 3×15.

Photo credi: KayVee.INC su Flickr