Christina Ricci: ecco come è uscita dal tunnel dell’anoressia

di Braganti Commenta

La bella attrice Christina Ricci in una recente intervista ha parlato dell’anoressia che l’ha colpita durante il periodo dell’adolescenza e di come è riuscita ad uscirne; una testimonianza importante e che potrebbe aiutare tutte quelle persone che si trovano all’interno di questo tunnel.

Penso che per riuscire ad affrontare questo problema il primo passo sia quello di riuscire a parlarne apertamente con altre persone; solo in questo modo infatti si riesce a prenderne consapevolezza e si può iniziare ad agire.

Quella di Christina è una testimonianza dal grande valore: fa capire come si può vincere la battaglia contro l’anoressia.

Durante un’intervista a American dice

Sono stata fortunata. Ne ho sofferto per circa un anno e mezzo. Ma sono stata in terapia molto presto e sono riuscita a superarla

Si sentiva a disagio con il suo corpo

Penso che sia molto imbarazzante passare attraverso la pubertà, crescere e diventare una donna. Soprattutto se si sta facendo un film e la gente ti giudica. Questo può metterti a disagio e portarti a non volere che nessuno possa criticarti

e aggiunge anche dando un segnale molto forte rivolto a tutte quelle ragazze e quelle donne che stanno rischiando di entrare o che si trovano in questo baratro

Direi che, se si comincia a pensare ossessivamente al proprio corpo e a come ti vede la gente, allora sicuramente è il momento di cercare velocemente qualche tipo di terapia o di aiuto. Perché il problema può solo crescere in un’ossessione che non si può controllare

Articoli correlati

Ambra Angiolini in gioventù è stata bulimica e depressa

Katya Zharkova: modella oversize che dice no all’anoressia

Photo Credits| Getty Image

Via| Starlettime

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>