Succhi di frutta: nuove regole per l’etichettatura

di Braganti Commenta

Finalmente in Parlamento Europeo ha deciso di approvare le nuove regole per l’etichettatura di succhi di frutta e nettari al fine di fornire ai consumatori una maggiore chiarezza sul contenuto degli stessi. Vediamo quindi cosa cambierà.

Oggi un succo di frutta composto da un mix di succo di mela (per il 90%) e succo di fragola (per il 10%) può essere messo in commercio come succo di fragola mentre la corretta dicitura che dovrà essere adottata a breve dovrà essere mela e succo di fragola.

Inoltre, per tutelare i diabetici e/o chi si trova a dieta i succhi di frutta non potranno più contenere zuccheri e dolcificanti che invece potranno essere contenuti nei nettari (che sono a base di purea di frutta e acqua). La dicitura “senza aggiunta di zucchero” non potrà essere applicata ai nettari in si trovano dei dolcificanti artificiali, come la saccarina.

Molti succhi d’arancia hanno al loro interno anche una percentuale di mandarino che conferisce colore; con l’introduzione di queste nuove norme per essere venduti come puri dovranno esserlo al 100% altrimenti nel nome del prodotto andrà inclusa anche la parola mandarino.

I prodotti immessi sul mercato e che sono stati etichettati prima dell’entrata in vigore, potranno essere venduti ancora per 3 anni.

Mi sembra un’ottima decisione: noi consumatori dobbiamo sapere con certezza cosa acquistiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>