Il prurito della pelle, un disturbo fastidioso che si può eliminare, le cause e i rimedi

di Mariella Commenta

La cause più comuni per il prurito della pelle sono le punture di insetti, le dermatiti, la psoriasi, l’orticaria, ma anche malattie sistemiche come quelle del sangue, del fegato, dei reni o il diabete possono esserne responsabili. Il meccanismo che innesca il prurito, infatti, non ha origine nella pelle, bensì in particolari fibre nervose prive della sostanza che normalmente le protegge, cioè la mielina. Queste fibre, che tra l’altro sono le stesse del dolore, se si irritano in risposta a uno stimolo, liberano sostanze come l’istamina e in breve tempo informano il cervello trasmettendo la sensazione pruriginosa della pelle.

Sebbene grattarsi dia un certo sollievo al prurito, in realtà peggiora il problema. Se infatti la pelle viene continuamente sfregata, si crea un’irritazione che favorisce nuovamente la produzione di istamina e quindi il prurito, innescando un circolo vizioso.

Quando il prurito è causato, per esempio, dall’orticaria e da una dermatite ed è molto intenso, per dare sollievo il medico può prescrivere farmaci antistaminici per bocca oppure i corticosteroidi locali, come le pomate all’idrocortisone, dalla spiccata attività antinfiammatoria. L’importante è non fare di testa propria, utilizzando per esempio creme anestetiche locali a base di xilocaina e antistaminici locali che, oltre a non servire, possono paradossalmente provocare allergie.

Nel caso in cui invece il prurito sia occasionale e non particolarmente intenso, per farlo passare velocemente basterà mettere in pratica alcuni accorgimenti. La prima cosa da fare per cercare di attenuare il prurito è immergersi nella vasca. Il bagno dev’essere breve perchè altrimenti si rischia di seccare ancora di più la pelle e quindi peggiorare il sintomo. Inoltre l’acqua deve essere tiepida o, meglio, fresca, perchè solo così può avere un’efficace azione lenitiva sulla pelle. L’ideale è lavarsi solo con acqua, ma se proprio si vuole utilizzare un detergente, sceglierne uno molto delicato ed evitare il sapone comune.

È importante asciugare bene la pelle. L’importante è farlo tamponando delicatamente con un asciugamano morbido tutto il corpo, senza strofinare. Un’operazione che richiederà un po’ di tempo, ma che eviterà di irritare ulteriormente la cute e di dare di nuovo il via al meccanismo del prurito.

Quando la pelle è ben asciutta, stendere sul corpo una crema idratante, che aiuta a contrastare la secchezza cutanea e di conseguenza il prurito. Le creme al mentolo, per esempio, hanno una proprietà emolliente e lenitive e aumentano la sensazione di freschezza. Questi prodotti si acquistano in farmacia e sono preferibili alle lozioni, che invece rischiano di seccare la pelle. La crema va poi messa sempre dopo la doccia o il bagno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>