Le nuove regole dei centri estetici, sicurezza per consumatori e professionisti

di Mariella Commenta

Non sempre rivolgersi ad un centro estetico è sinonimo di garanzia, molti sono quelli improvvisati, non basta saper fare un massaggio, una ceretta o quant’altro si può andare a trovare in uno di questi centri, fino ad oggi poco controllati. È arrivato il momento di grandi cambiamenti per i centri estetici italiani e per i loro clienti. Il 30 luglio è entrato in vigore il decreto interministeriale con nuove norme per il settore, per garantire più sicurezza ai consumatori, ma anche ai titolari dei centri, che si muovevano in un quadro normativo confuso: l’ultima legge in materia estetica risaliva addirittura al 1990.

Molte le novità, soprattutto riguardo i trattamenti più a rischio, se eseguiti con scarsa professionalità. Come le lampade abbronzanti, che non potranno più essere utilizzate da minori di 18 anni, donne in gravidanza, da chi soffre o ha sofferto di tumori e da chi si scotta con facilità anche sotto il sole.

Inoltre, tutti i macchinari adoperati all’interno di un centro estetico dovranno presentare specifiche tecniche e rispettare elevati standard di sicurezza. Un decreto che vuole essere il primo segnale di certezza dopo oltre vent’anni di buco legislativo.

Ma dagli operatori del settore viene anche qualche critica. Tra i punti controversi c’è proprio la necessità di adeguare le macchine agli standard fissati dal decreto, comprandone di nuove o modificando quelle esistenti. In ventuno anni le caratteristiche di potenza non sono mai state indicate ed i centri estetici hanno usato apparecchi funzionanti, con ottimi risultati. Con il decreto, attrezzature come il laser vengono depotenziate, e questo significa che quelli attuali non saranno più in grado di garantire l’efficacia del trattamento al consumatore.

Le nuove norme dei centri estetici riguardano in particolare quattro tipi di apparecchi: laser, luce pulsata per la depilazione, radiofrequenza e ultrasuoni. Non è difficile immaginare che, a causa delle nuove norme e conseguenti modifiche ai macchinari esistenti o il dover affrontare l’investimento di danaro in nuove apparecchiature si rivarrà tutto sull’utente finale. La consolazione è che entrando in un centro estetico, saremo sicuri di uscirne senza aver subito alcun danno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>