Allarme cosmetici falsi, sono dannosi per la salute, come riconoscerli

di Mariella Commenta

Si può risparmiare nell’acquisto di qualsiasi prodotto, ma bisogna prestare attenzione ai falsi che possono anche essere dannosi per la salute

Il mercato dei cosmetici falsi è in espansione e, complice la crisi, sempre più persone si lasciano ingolosire dai banchi dei mercati in cui comprare trucchi, creme, profumi ma anche dentifrici e detergenti, a tariffe molto più convenienti che in profumeria. Il punto è che, se questi risultano essere falsificati, possono essere nocivi per la salute.

Questione di sicurezza
Prima di essere immessi in commercio, i cosmetici devono avere superato una serie di test e rispettare le norme del paese in cui sono venduti. A volte non è soltanto il concetto di marca che rende un prodotto più costoso (anche perchè esistono ottimi prodotti da grande distribuzione a prezzi contenuti, che però rispettano tutte le norme): il prezzo e l’etichetta sono la risultante dei passaggi produttivi che hanno reso i cosmetici e i prodotti in generale accettabili dal punto di vista di salute e sicurezza. Viceversa, nei cosmetici falsi c’è il rischio che questi passaggi siano stati saltati per risparmiare, in modo non sicuro, sui costi di produzione.

Per esempio le sostanze, anche naturali, che possono causare allergie devono essere rese innocue all’interno di un cosmetico ufficiale. Al contrario, in un prodotto falso le stesse sostanze possono essere presenti in forma non neutralizzata, e quindi potenzialmente allergizzante. Alcuni cosmetici falsi sono privi di agenti antibatterici, perchè ne alzerebbero i costi, ma questo significa che, una volta aperto, il prodotto è più facilmente esposto ad attacchi batterici, provocare dunque un’allergia molto pericolosa.

Come riconoscere i cosmetici falsi
Non è facile distinguere un prodotto originale da uno contraffatto: spesso il packaging è identico. Per una prima scrematura conviene guardare l’etichetta, che deve sempre riportare informazioni come la sede legale dell’azienda che lo produce, la scadenza, gli ingredienti. È importante che le scritte siano in italiano. Ma l’indicazione più affidabile è quella di acquistare presso canali d vendita ufficiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>