Intolleranze alimentari, cose le provoca, i rimedi naturali più efficaci

di Mariella Commenta

Se mangi sempre le stesse cose rischi di favorire le intolleranze aimentari che, infatti, sono riconducibili all’accumulo nel tempo di determinate sostanze introdotte ogni giorno sempre lo stesso cibo. Ed è proprio tale periodo di latenza che spesso rende difficile comprendere che si può improvvisamente diventare intolleranti a un alimento mangiato per anni senza alcun effetto collaterale. I sintomi delle intolleranze alimentari non sono mai immediati, questo rende più difficile individuare il cibo responsabile, sia da parte della persona che del medico curante. I sintomi possono comprendere riniti, sinusiti, tosse, asma, coliti, gonfiori, stipsi, diarrea, dolori addominali gastriti, prurito anale, aritmie, palpitazioni, crampi muscolari, dolori ossei e/o articolari, eczema, acne, psoriasi.

Gli integratori ideali per contrastare le intolleranze alimentari
BANABA – utile per chi ha sviluppato intolleranza a grano e lieviti
La banaba è una pianta originaria dell’Asia, molto utilizzata nella medicina orientale.
Perché fa bene: gli estratti di questa pianta sono indicati per chi segue una dieta ricca di carboidrati e non riesce a stare senza dolci, pane, pizza. In questi casi, non di rado si presenta un’intolleranza alle farine e ai lieviti che può addirittura essere segno di una predisposizione al diabete.
I principi attivi che rendono efficace la banaba sono il lagerstroemin (un ellagitannino) e, ancor più potente, il PGG (un gallo tannino): Inoltre, la banaba aiuta anche a dimagrire.
Come si usa: Prendi 1-2 compresse mezz’ora prima di pranzo e 1-2 compresse mezz’ora prima di cena. Se si assumono farmaci anti diabete consultare il medico

PSILLIO – Ideale per depurare e regolarizzare l’intestino
L’integratore è costituito dai semi o dalla cuticola della Plango psyllium, una pianta medicinale originaria del bacino del Mediterraneo.
Perché fa bene: Nell’intestino, lo psillio facilita la rimozione delle scorie (anche di quelle che favoriscono la comparsa di intolleranze alimentari) e assorbe i liquidi intestinali in eccesso (in caso di diarrea). Assunto assieme a una bevanda (acqua o tisana) aiuta a combattere la stipsi. No irrita l’intestino e può favorire la sensazione di sazietà se consumato con molta acqua prima dei pasti.
Come si usa: assumi 1 bustina o due di polvere di psillio, con abbondante acqua e lontano dai pasti.
Molto utile anche in caso di colo irritabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>