Dieta ipocalorica: la dieta del buonumore, perdi 3 chili in un mese senza accorgertene

di Mariella 1

Le giornate si accorciano, le temperature si abbassano e l’ umore va giù. Ci rimpinziamo di dolcetti e spuntini vari per tirarci su di morale. Stress, lavoro, stanchezza e lieve depressione ci fanno vedere con più simpatia gli invitanti snack ipercalorici. Con la quale si acquistano chili e il malumore sa fa sentire di più. In nostro soccorso arriva la dieta del buonumore, perché si comincia sempre con l’ alimentazione. Studiata dal Prof. Salvatore Ripa, specialista in endocrinologia, promette grandi risultati.

La dieta del buonumore ti fa uscire dal circolo vizioso e risveglia la serotonina (neurotrasmettitore che ha un’ azione positiva sull’ umore) c’ è e sta proprio in questo piano alimentare, caratterizzato dai colori delle verdure. Seguire la dieta del buonumore è semplice, basta metter in tavola le verdure che hanno colori che mettono allegria. Perderete dai 3 ai 4 chili in un mese senza accorgervene.

Fate molta attenzione ai carboidrati per tutti coloro che hanno problemi di glicemia, si tratta di uno schema standard che deve essere seguito utilizzato da persone sane, in sovrappeso, di età superiore ai 18 anni.

La dieta del buonumore – 1300 calorie al giorno

Per condire è meglio usare sale iposodico, aceto balsamico o limone, tutti gli aromi e 4-5 cucchiaini di olio extravergine di oliva al giorno, sempre a crudo sugli alimenti. Le quantità di verdure sono a piacere, eccetto dove è espressamente indicato. Ogni giorno è consentito mangiare 80 gr di pane integrale. Bere almeno due litri di acqua oligominerale al giorno.

TUTTI I GIORNI

Colazione: tè verde o orzo; 6 biscotti secchi o 4 fette biscottate con marmellata; uno yogurt magro alla frutto
Metà pomeriggio: un rutto a scelta o uno yogurt magro alla frutta, o un tè verde con due biscotti, o un pacchetto di cracker integrali

LUNEDI’
Pranzo: 100 g di pasta al pomodoro; radicchio ai ferri
Cena: spezzatino di vitello (200 g) cotto al vino rosso; bietola all’ agro

MARTEDI’
Pranzo: 100 gr di bresaola con alcune scaglie di parmigiano; insalata verde
Cena: Spigola 250 gr al cartoccio (rosmarino, salvia, prezzemolo, etc); insalata di carote, prezzemolo, basilico e limone

MERCOLEDI’
Pranzo: 100 g di ricotta di pecora; asparagi lessati
Cena: petto di tacchino 250 gr al limone; finocchi al forno

GIOVEDI’
Pranzo: petto di pollo ai ferri; melanzane ai ferri
Cena: scamorza 200 g ai ferri; insalata di pomodori

VENERDI’
Pranzo: 100 g di pasta con le vongole; rape rosse con aceto
Cena: filetti di triglia 250 gr al vino bianco; melanzane arrosto

SABATO
Pranzo: 200 g di maiale magro; fettine di zucca grigliata
Cena: una pizza margherita al piatto; spinaci all’ agro

DOMENICA
Pranzo: ravioli al sugo; fagiolini all’ agro
Cena: costolette di agnello 200 g al forno; patate 200 g al forno

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>