Intolleranza al lattosio, i sintomi e le cause, l’ alimentazione da seguire

di Mariella Commenta

 Si definisce intolleranza al lattosio un insieme di malesseri molto comuni nel caso in cui si fa fatica a digerire il lattosio, il principale zucchero del latte, si tratta di una carenza di lattasi, enzima che scinde il lattosio in zuccheri semplici che vengono poi assorbiti dal tratto gastrointestinale. Non tutte le persone che hanno una carenza di lattasi sviluppano sintomi evidenti, ma quelli che lo manifestano vengono definiti intolleranti al lattosio.

Sintomi intolleranza al lattosio
I sintomi più comuni dell’ intolleranza al lattosio sono gastrointestinali: dolore addominale, crampi addominali diffusi, gonfiore e tensione intestinale, aumento della peristalsi con meteorismo, flautenza e diarrea con feci acquose, acide, che insorgono da una a poche ore dopo l’ ingestione di latte o latticini o comunque di alimenti contenenti lattosio.

I formaggi e lo yogurt ne sono quasi del tutto privi per via della fermentazione, che scpompone lo zucchero rendendolo assimilabile. Questi sintomi non sono specifici all’ intolleranza al lattosio, altri problemi come l’ ipersensibilità alle proteine del latte, reazioni allergiche ed altri cibi o intolleranze ad altri glicidi possono causare sintomi simili.

Le cause dell’ intolleranza al lattosio
L’ incapacità presente in alcuni individui di digerire lo zucchero del latte, il lattosio appunto, è provocata da una carenza dell’ enzima deputato alla sua idrolisi (una sorta di pre digestione), cioè la lattasi, che scompone il lattosio nei due composti più semplici, glucosio e galattosio.

Il test per l’ intolleranza al lattosio
Per capire se sei intollerante al lattosio fai un piccolo test: per un breve periodo elimina totalmente dalla tua dieta il lattosio e gli alimenti in cui è presente fino a quando non avvertirai la scomparsa del gonfiore. Quando la sensazione fastidiosa sarà andata via del tutto prova a reintrodurre il lattosio nella tua dieta gradualmente e in piccole dosi per stabilire la tua personale soglia limite di tolleranza.

I cibi consigliati per l’ intolleranza al lattosio
Latte di soia, di riso, di mandorle o di farro; latte vaccino per intolleranti al lattosio; frutta e verdura soprattutto a foglia verde, ricche di calcio; cereali e derivati; semi oleosi; dolci senza latte o con sostituti

I cibi da non consumare per l’ intolleranza al lattosio
Latte vaccino, ma anche di capra e di pecora e latticini come la ricotta; formaggi (meglio quelli freschi e molli); alcuni prodotti confezionati, saluti e insaccati; bibite e farmaci possono contenere lattosio. Leggere sempre prima le ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>