Le unghie non sono solo estetica ma parlano del nostro stato di salute

di Mariella Commenta

 Con l’ arrivo dell’ estate le unghie di mani e piedi sono in primo piano, non sempre sono in ordine per l’ appuntamento estivo, a volte si scheggiano, sono fragili o presentano striature biancastre. Ma si può rimediare per ottenere unghie sane e forti e mostrarle in ordine in ogni occasione. Il problema più frequente è la fragilità delle unghie che talvolta sono sintomi di debolezza costituzionale ma anche il risultato di piccoli e grandi errori del quotidiano.

Contribuiscono all’ indebolimento delle unghie anche il calcare contenuto nell’ acqua ed i detersivi sgrassanti aggressivi. In questo modo la lamina ungueale, che normalmente contiene il 18% di acqua, tende a disidratarsi. Se l’ unghia è di natura porosa, tratterrà acqua in misura superiore al 25%, diventando tenera e friabile. Il primo consiglio è quello di usare guanti in lattice per proteggere le unghie, asciugando bene le unghie anche dopo il bagno in mare e piscina.

Esistono in commercio degli integratori per combattere la fragilità delle unghie per almeno tre mesi, che apportano sostanze benefiche quali aminoacidi solforati, vitamina A, C ed E e tutte quelle del gruppo B, oltre ai rimineralizzanti come ferro, zinco, selenio, magnesio e rame.

Un tempo si pensava che le chiazze e striature bianche fossero indice di carenza di calcio, oggi, invece, sappiamo che le leuconicchie, questa è la definizione scientifica, sono spesso il risultato di manicure e pedicure troppo aggressivi. Ad esempio l’ acetone usato per togliere lo smalto, meglio scegliere solventi oleosi.

E’ sbagliato anche rimuovere le pellicine con tronchesini o attrezzi metallici a punta, un trauma per le unghie che provoca la formazione di lunette chiare. Le pellicine si regolano con un bastoncino in legno di ciliegio dalla punta arrotondata.

Sbagliatissimo anche non far mai respirare le unghie applicando senza pausa lo smalto, che di per sé non è dannoso ma l’ uso continuo soffoca la matrice che provoca secchezza, fragilità e anomalie della colorazione. Il consiglio è sospendere lo smalto per un mese e idratare le unghie con glicerina, chitosano, burro di karitè o cera d’ api, una comune crema per le mani ricca di questi ingredienti.

Cause e rimedi per le anomali delle unghie
Se le unghie si spezzano la causa è una carenza alimentare, sarà sufficiente usare un integratore per farle ricrescere sane in qualche mese. Per l’ infezione del bordo ungueale, si potrà usare una crema alle betadine al mattino e pomata al cortisone alla sera, chiedendo consiglio al dermatologo. Per evitare le unghie incarnite meglio tagliarle in maniera quadrata, lasciandole piene ai lati. Le unghie screpolate si curano dall’ estetista che farà un impacco occlusivo con paraffina liquida (emolliente) e vitamina E (antiossidante).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>