Come dire addio alla pancia con il massaggio meccanico

di Mariella Commenta

Se stare lontano dai dolci e dai grassi e fare movimento non basta a ridurre la pancia, ci sono molti metodi professionali davvero risolutivi: liposuzione, addominoplastica, lipolisi. Il consiglio per far diminuire la pancia è, comunque, quello di dedicare mezzora circa, almeno tre volte alla settimana, a una corsetta salutare, una camminata a passo sostenuto o a una nuotata, per poi passare all’ allenamento più mirato con esercizi che stimolino i muscoli addominali. Da una sessione di 15 addominali, si può aumentare gradualmente il ritmo, passando a 2-3 sessioni da 20.

Se tutto questo non bastasse, quando la pancia è un difetto difficile da nascondere, ma non è ancora troppo flaccida e sporgente, si può correre ai ripari con un metodo poco invasivo ed efficace.

Si tratta di un particolare tipo di massaggio meccanico effettuato con un’ apparecchiatura dotata di appositi rulli scorrevoli e di un tubo aspirante, che permette di lavorare sulle cellule adipose, riducendo e distribuendo meglio il grasso sottocutaneo, e sulla circolazione, favorendo il flusso sanguigno e linfatico, migliorando, così, l’ aspetto della pancia.

E’ una sorta di ginnastica cutanea con un effetto linfodrenante e ossigenante dei tessuti, che permette il riassorbimento dei liquidi di ristagno e una mobilizzazione del grasso sottopelle.

Una seduta dura 40 o 50 minuti e va ripetuta con cadenza bisettimanale per circa 2 mesi. Al termine del trattamento le tossine sono state espulse, l’ adiposità in eccesso eliminata e la pelle appare visibilmente più tonica.

Il costo di ogni trattamento si aggira intorno agli 80/100 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>