Bellezza occhi: una veloce iniezione a base di collagene per ringiovanire gli occhi. Un’ idea regalo per San Valentino

di Mariella 1

Più che le parole, sono gli sguardi a trasmettere i sentimenti. Così, tra le ultime mode per San Valentino, c’ è quella di togliersi occhiaie e borse per avere occhi giovani e seducenti.

Attenuare quei fastidiosi segni neri che si formano sotto le palpebre non è più un sogno riservato a chi è disposto a sottoporsi ad un intervento chirurgico: con una punturina di collagene è possibile attenuare le occhiaie e presentarsi all’ appuntamento con il partner con un volto più giovane.

Solitamente utilizzato per cancellare le piccole rughe attorno alla bocca o le cosiddette “zampe di gallina”, il collagene viene impiegato anche per togliere le borse sotto agli occhi.

È un trattamento abbastanza recente che dà buoni risultati e che ha avuto una crescita di interesse in occasione della festa degli innamorati. Un trattamento poco conosciuto, ma che risponde concretamente alle richieste di cancellare uno dei principali segni dell’ età dal volto. Viene stimato infatti che quasi nove persone su dieci lamentano occhi stanchi e segnati dal tempo. Le occhiaie, dettate soprattutto dal mancato riposo e dallo stile di vita, ma anche le borse, che invece hanno più a che fare con il cedimento della cute dalla palpebra inferiore, sono molto diffuse. Intervenire oggi è però semplice.

Grazie all’ uso del collagene è possibile riempire le occhiaie infossate togliendo sia la parte cadente di cute, sia l’effetto “nero” sotto agli occhi. Quest’ ultimo infatti è dovuto per lo più dall’ incidenza della luce sull’avvallamento che si è creato sul volto. Gli effetti sono garantiti e non ci sono controindicazioni particolari. Innanzitutto perché viene utilizzata una sostanza naturale, che è già presente nel nostro corpo: il collagene rivitalizza la pelle e contribuisce a mantenere una cute sana anche nel tempo. In secondo luogo, gli effetti hanno una maggiore durata rispetto ai trattamenti in altre zone del viso perché viene interessata una zona che ha una bassa motilità. Inoltre la spesa non è eccessiva. Dipende sempre dalla quantità di prodotto utilizzato. La base di un trattamento si aggira intorno ai 250 euro, non un prezzo eccessivo, anche per un regalo di San Valentino.ù
L’ intervento ha un bassissimo impatto. Viene praticato ambulatorialmente e richiede circa mezz’ ora di tempo.

Patrizia Gilardino – Profilo professionaleLaureata in Medicina e Chirurgia all’ Università degli Studi di Milano nel 1988, Patrizia Gilardino si è specializzata nella Scuola di Chirurgia Plastica Ricostruttiva dell’ Università degli Studi di Milano nel 1993. Iscritta all’Ordine dei Medici di Milano dal 1989, ha lavorato fino al 2003 all’ Unità Funzionale di Chirurgia Plastica dell’ Ospedale Multimedica di Sesto San Giovanni. Esercita la libera professione in diverse strutture milanese: Poliambulatorio della Guardia di Finanza di Milano, Centro Dermatologico Europeo e nel proprio studio di via Colonna, a Milano. È membro della Società italiana di chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica, della Società di verifica e controllo di qualità, della Società americana di chirurgia plastica e della Società americana per la fototerapia dinamica. www.gilardinochirurgiaestetica.eu

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>