Raccolta Differenziata: Trentino Alto Adige primo in Italia

di Mariella 1

Raccolta Differenziata: Trentino Alto Adige primo in ItaliaÈ il Trentino Alto Adige la regione italiana che registra la maggiore percentuale di raccolta differenziata (49,1%), seguita da Veneto (48,7%), Lombardia (43,6%) e Piemonte (40,8%).
Lo conferma il rapporto 2007 dell’APAT, l’agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici.
Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai, commenta: “Si tratta di un risultato per il quale non possiamo che esprimere soddisfazione e che conferma la bontà della linea seguita negli ultimi anni dall’amministrazione provinciale ma anche dai Comuni trentini. Questi dati dimostrano inoltre come sia possibile ottenere ottimi risultati se all’impegno delle istituzioni si affianca quello importantissimo di ogni singolo cittadino”.

Soddisfazione anche da parte dell’assessore provinciale all’ambiente, Mauro Gilmozzi: “Cambiare i nostri stili di vita è possibile solo se ciascuno fa la propria parte e questo è importante ancora di più se la posta in gioco è la qualità dell’ambiente e quindi della vita. Va da sé che questi risultati rappresentano non un punto di arrivo, ma uno stimolo per fare ancora meglio, completando quindi l’iter del piano rifiuti ma anche estendendo questo metodo ad altri importanti cicli come quelli dell’aria e dell’acqua”.

A livello nazionale si rileva un sensibile divario tra le diverse macroaree geografiche; infatti, mentre il Nord, con un tasso di raccolta pari al 40% raggiunge, con un anno di anticipo, l’obiettivo del 2007, il Centro ed il Sud, con percentuali rispettivamente pari al 20% ed al 10,2%, risultano ancora decisamente lontani da tale obiettivo.
Va comunque rilevato il forte incremento del Sud (+19%).
Fanalini di coda il Molise, con una percentuale di raccolta del 5%, la Sicilia (6,6%) e la Basilicata (7,8%).

Intorno all’11% si colloca, invece, il Lazio: solo le province di Roma e Latina, tuttavia, si attestano al di sopra del 10% (12,5% e 10,5% rispettivamente), mentre decisamente più bassa è la raccolta differenziata nelle province di Viterbo (7,7%), Rieti (4,5%) e Frosinone (4,3%).

Fonte: Comunicato Stampa Regioni.it

Commenti