Dieta settimanale: come scegliere quella giusta

di Redazione Commenta

Spread the love

Le motivazioni che spingono una persona a mettersi a dieta possono essere le più svariate: dal voler ridurre il giro vita e conseguentemente anche il peso, a purificare il corpo dalle tossine fino a migliorare le proprie abitudini alimentari per problemi connessi alla salute: ipertensione, ipercolesterolemia o diabete per citare i più comuni.

Intraprendere un programma alimentare è solitamente una scelta molto ponderata, perché comporta in molti casi a delle grandi rinunce. È necessario quindi avere una forte motivazione per essere sicuri di portarla a termine, che può essere il desiderio di migliorare il proprio aspetto o meglio ancora di migliorare la propria condizione fisica e la propria salute.

Non esiste un solo modello di dieta valido per tutti, ma è necessario che ognuno arrivi a scegliere quello più adatto alle proprie esigenze e ai propri gusti, seguendolo con costanza ed evitando atteggiamenti maniacali.

Esistono in commercio diverse diete settimanali che si basano su protocolli alimentari completamente diversi fra loro. Esaminiamo le ultime arrivate sul mercato e le più famose.

Dietidea, la dieta del riso

Dietidea è una vera e propria novità e sta già facendo parlare moltissimo dei suoi benefici. Nata da un’idea di Riso Scotti, come suggerisce il nome, la sua caratteristica fondamentale è data dall’utilizzo del riso come alimento base. Consiste in un kit completo di tutti i pasti quotidiani, incluse le tisane e gli integratori ed è molto facile da seguire, non solo perché ha una durata di 7 giorni, ma anche perché tutto è già perfettamente dosato e facile da cucinare.

Si tratta di una delle poche diete non iperproteiche in circolazione, è molto bilanciata nei nutrienti e si basa sui principi della dieta mediterranea. Sono presenti infatti i carboidrati, derivanti principalmente dal riso e sono assenti i grassi e le proteine animali per assicurare un basso contenuto di colesterolo.

Sul sito c’è la possibilità di scoprire quali sono i prodotti contenuti nel kit insieme a tutti i requisiti necessari per poter seguire la dieta del riso. La dieta è disponibile in due versioni, una per uomo e una per donna ed è indicata anche per vegetariani, soggetti sensibile al glutine, soggetti intolleranti al lattosio.

Un ulteriore vantaggio è dato dalla comodità dell’acquisto: con un solo ordine online si riceve in pochi giorni a casa un box contenente tutti i pasti, le tisane e gli integratori da assumere nel corso della dieta.

Dietidea è pensata per essere seguita una volta al mese e non per più di 2 settimane consecutive. In questo modo non ci sono più scuse per iniziare a dare una svolta alle proprie abitudini alimentari.

Addio ai carboidrati con la dieta chetogenica – ATKINS

La dieta chetogena, creata nel 1972 da un cardiologo di New York, Robert Atkins, sollevò grandi polemiche tra gli specialisti dell’epoca, perché proponeva un regime ricco di proteine e grassi, ma povero di carboidrati.

Questo regime si basa sullo “sbilanciamento” dei macronutrienti. Poiché viene ridotto drasticamente l’apporto di glucosio, carboidrato semplice, l’organismo provvede a sintetizzarlo demolendo le proteine e inducendo un processo chiamato “chetosi”.

Questo processo provoca una drastica riduzione del peso che coinvolge però solo in minima parte il tessuto adiposo. È infatti dovuta per lo più alla perdita di liquidi provenienti dalle masse muscolari e dall’acqua extracellulare.

La dieta chetogenica è adatta a chiunque goda di ottima salute e voglia perdere peso in breve tempo, ma necessita di essere seguite sotto controllo medico per la sua natura sbilanciata.

Dieta Plank: due settimane iperproteiche

Fa parlare di sé da anni, eppure continua a spopolare in tutto il mondo. Si tratta della dieta Plank, uno schema alimentare per molti punti di vista rivoluzionario, che ha una durata di due settimane e promette di far perdere dai 5 ai 9 kg se seguita alla lettera.

Il funzionamento della dieta Plank è molto semplice. Consiste in un regime alimentare sbilanciato e iperproteico in cui i carboidrati e le fibre sono esclusi dalla dieta, insieme ai condimenti, all’alcool e a tutto ciò che contiene zuccheri. Il caffè, le carni rosse e bianche, le uova e l’insalata sono invece i protagonisti assoluti dei tre pasti previsti.

L’idea alla base della dieta Plank è quella di stravolgere i processi metabolici del corpo con l’assunzione di questi pochi alimenti in maniera ripetuta per un breve periodo di tempo.

Prima di optare per una dieta radicale come questa è bene essere certi di non soffrire di gravi patologie incompatibili con l’assunzione di uno o più alimenti previsti nel regime. Sebbene si tratti di un cambiamento dell’alimentazione di breve durata e non ci sia il rischio di danni permanenti, può comunque determinare transitori stati di malessere. Per chi è costretto ad affrontare una lunga giornata di lavoro, rimanere con una semplice tazza di caffè nello stomaco può essere causa di stanchezza e spossatezza.

Trovare il Peso Giusto con il metodo Dukan

Ideata dal medico francese Pierre Dukan, la dieta che prende il suo nome è tanto famosa quanto oggetto di critiche. Numerose istituzioni mediche si sono schierate contro il metodo Dukan, perché considerato poco salutare e diseducativo dal punto di vista alimentare. Il motivo risiede nella presenza di un’eccessiva quantità di proteine di origine animale e nella carenza di carboidrati, frutta e verdura, fibre vegetali, vitamine e sali minerali.

Sono previste diverse fasi, ognuna fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo finale, ossia la perdita dei chili di troppo.

La prima, definita di attacco, dura da 3 a 7 giorni e consente di assumere esclusivamente 72 alimenti proteici, tra cui principalmente carni rosse, pollame, frutti di mare, uova, latticini magri e tofu.

Nella seconda fase, chiamata di crociera, ai 72 cibi proteici vengono aggiunte 28 verdure, per un totale di 100 alimenti, che possono essere consumati a volontà e in qualsiasi momento della giornata. Questa fase, insieme a quella di attacco, serve specificatamente per perdere peso.

L’ultima fase è infine quella del consolidamento, che aiuta a trovare l’equilibrio necessario per mantenere la dieta per il resto della vita.

Ad oggi la dieta Dukan è diventato un vero e proprio business, come dimostrano i libri del nutrizionista Pierre Dukan che l’ha promossa attraverso libri e prodotti brandizzati in commercio.

Prima di iniziare una dieta settimanale è necessario tenere sempre a mente che i suoi benefici sono dati dalla capacità di stravolgere le scorrette abitudini alimentari e di fornire un aiuto per migliorarle nel lungo periodo. Non possono rappresentare una soluzione veloce e immediata per una perdita di peso salutare, se non sono seguite da un corretto regime alimentare nel corso del resto della vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>