Ictus, si previene con uno stile di vita corretto?

di Ma.Ma. Commenta

L’ictus si può prevenire con uno stile di vita corretto? Secondo un nuovo studio internazionale su 27mila persone di 32 Paesi, guidato da Martin O’Donnell della McMaster University di Hamilton in Canada e pubblicato su Lancet, questa malattia potrebbe essere prevenuta in modo efficace seguendo dei comportamenti che, alla lunga, proteggerebbero il cuore. Ad oggi, sono in Italia, l’ictus colpisce 200mila persone all’anno. Ma i ricercatori assicurano: 9 casi su dieci potrebbero essere evitati. In che modo?

Conducendo uno stile di vita sano che alla lunga sarebbe in grado di fare la differenza. Anche perché tra i principali fattori di rischio di questo disturbo ci sono pressione alta, cattiva alimentazione, inattività fisica, stress e fumo. Conducendo una vita all’opposto, insomma, si riuscirebbe a ridurre di un bel po’ le cause principali di ictus.

BERE BEVANDE GASSATE AUMENTA IL RISCHIO DI ICTUS

No al fumo dunque, e sì a una alimentazione bilanciata e a un po’ di movimento fisico regolare. Sullo stress, ci si può lavorare: ovvio che si tratta di uno stato d’animo involontario, ma ritagliarsi del tempo libero per passare qualche ora lontani dalla preoccupazioni potrebbe essere già una prima mossa da fare per mantenere il cuore in salute.

 SCRIPT, IL GUANTO PER CURARE I PAZIENTI COLPITI DA ICTUS

Basterebbero solo le buone abitudini, insomma, a diminuire di gran lunga le possibilità di essere colpiti da ictus che ad oggi rappresenta la terza causa di morte in Italia, dopo le malattie cardiovascolari e i tumori. vale la pena rifletterci su, no?

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>