Terapia del dolore, un diritto per tutti: al via la campagna NienteMale Roadshow

di Ma.Ma. Commenta

Tutti i cittadini devono avere accesso alla terapia del dolore per vivere una vita meno difficile quando si è alle prese con varie patologie. Solo che non tutti lo sanno e molto spesso le persone si accontentano di vivere una vita “di dolore”, arrendendosi a una condizione sulla quale invece si può lavorare. Per questo motivo parte la campagna NienteMale Roadshow realizzata con il Grant Educazionale di Angelini e patrocinata dal Ministero della Salute.

GIORNATA MONDIALE DEL CUORE, FOCUS SULLO SCOMPENSO CARDIACO

Un modo per informare tutti sul fatto che la terapia del dolore è un diritto. La prima tappa si terrà ad Ancona, presso il Teatro delle Muse, giovedì 6 ottobre alle ore 18.30. Il format scelto, il dibattito in teatro, intende favorire il dialogo tra esponenti del mondo scientifico, sociale e istituzionale. L’obiettivo è quello di informare. Emma Capogrossi, Assessore Sanità e Servizi del Comune di Ancona, prima città dalla quale partirà l’iniziativa, ha detto:

TUMORE AL SENO, LA NUOVA CAMPAGNA LILT CON ELISABETTA GREGORACI 

È ancora opinione molto diffusa che il dolore sia un compagno inevitabile della malattia e che rappresenti un evento quasi “normale”. Le persone devono invece sapere che convivere con il dolore non è necessario e che questo può e deve essere gestito e controllato. In questo senso la terapia del dolore e le cure palliative svolgono un ruolo fondamentale, permettendo di migliorare la qualità di vita di quanti vivono malattie o percorsi di cura che comportano una costante condizione di dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>