I rimedi naturali per i capelli sfibrati

di Pina Commenta

Se avete dei capelli sfibrati e non sapete proprio come affrontare la stagione, è arrivato il momento di affidarsi a sistemi naturali che ringiovaniscono il cuoio capelluto e restituiscano vigore alla vostra chioma. 

Una volta ogni tanto – oppure sempre se ne avete la possibilità – si possono preparare trattamenti ad hoc per i capelli, usufruendo di comuni prodotti di uso quotidiano e preparati naturali. Ecco alcuni consigli sempre validi.

Capelli secchi e sfibrati usa il midollo di bambù

Usate il balsamo

Questo elemento nella cura dei capelli deve essere usato ma con moderazione. È sicuramente indispensabile per diminuire la carica elettrica ed elettrostatica dei capelli che così saranno più morbidi e brillanti. In più il balsamo è l’ideale per rendere i capelli secchi un po’ oleosi. Bisogna evitarne gli abusi perché stimolano la produzioen di sebo che rende i capelli pesanti e anche opachi.

Un composto naturale

I capelli grassi, dopo lo shampoo, si possono massaggiare con la farina di fecola di patate emulsionata con succo fresco di ananas. Una volta lasciato agire il composto, occorre risciacquarlo in modo abbondante e poi essere pronti a ripetere l’operazione anche 2 o 3 volte a settimana.

Aceto e vodka per potenziare i prodotti tradizionali

Se proprio non riuscite a liberarvi dalla dipendenza dai prodotti di sempre, allora potete pensar quanto meno di potenziare l’effetto di qualsiasi shampoo, aggiungendo alla dose di prodotto usata abitualmente un po’ di vodka fredda e dell’aceto di vino. Serve a rendere i capelli più lucidi e brillanti. L’aceto bianco è un ottimo rimedio anche per disinfettare la cute e avere capelli lucidi e sani.

Anche il caffé è utile

Un massaggio con caffè tiepido molto concentrato riesce a ravvivare il cuoio capelluto e riduce la caduta dei capelli. Si può fare la stessa cosa con i fondi di caffè, a patto che il massaggio duri almeno 10 minuti e i fondi siano tiepidi.