Settimana Mondiale del Glaucoma, dove fare i controlli

di Pina Commenta

Che cos’è il glaucoma e perché occorre controllarsi? Si tratta di una malattia degli occhi legata anche alla pressione che potrebbe portare le persone che ne soffrono anche alla cecità. Moltissimi sono gli italiani che anche non conoscendola, ne soffrono. Dal 6 al 12 marzo potranno controllarsi gratuitamente. Ecco dove. 

Check-up oculistici, conferenze informative e distribuzione di opuscoli. È tutto gratis per la settimana mondiale del glaucoma, che si celebra dal 6 al 12 marzo 2016. Nel nostro Paese queste iniziative si svolgono in oltre 70 città grazie all’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus. Ma di cosa stiamo parlando? Sul sito ufficiale dell’agenzia IAPB la spiegazione corretta ed esaustiva.

Che cos’è il glaucoma

Il glaucoma è una malattia che colpisce il nervo ottico. Nella maggior parte dei casi è dovuta a un aumento della pressione interna dell’occhio che causa, nel tempo, danni permanenti alla vista che sono accompagnati da:

  • riduzione del campo visivo (si restringe lo spazio che l’occhio riesce a percepire senza muovere la testa);
  • alterazioni della papilla ottica (è detta anche testa del nervo ottico ed è visibile all’esame del fondo oculare).

L’oculista diagnostica un glaucoma quando rileva:

  • un aumento della pressione oculare;
  • una riduzione del campo visivo;
  • alterazioni della papilla ottica.

“In Italia sono circa un milione le persone malate di glaucoma e solo la metà ne è a conoscenza. Il glaucoma è una malattia che, se diagnosticata in tempo utile, può essere curata e controllata nel tempo.”

A doversi controllare in genere sono le persone che hanno superato i 40 anni, hanno sempre avuto problemi di pressione e problemi oculistici e magari hanno riscontrato in famiglia precedenti casi di glaucoma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>