Telethon: riparte la maratona contro le malattie rare

di Pina Commenta

Lo slogan della nuova campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per la ricerca scientifica contro le malattie genetiche rare della Fondazione Telethon è #nonmiarrendo, proprio per sottolineare l’impegno dei ricercatori e di quanti sono coinvolti in ogni modo nella lotta contro una malattia rara.

Tante le iniziative previste, come la maratona televisiva in collaborazione con la Rai, con tante storie che vengono raccontate sui canali del servizio pubblico, dal 14 al 20 dicembre.

 

Torna inoltre, il 19 e il 20 dicembre, il maxi cuore di cioccolato che si può acquistare in oltre 3000 piazze italiane.  

Cosa importante e punto fermo nelle diverse campagne Telethon di questi anni, l’sms solidale al 45501.

Il percorso della ricerca scientifica verso la cura è molto lungo, impegnativo e costoso: inizia dalla ricerca di base, quella che si fa in laboratorio, per proseguire con le sperimentazioni. L’ultima fase della ricerca, quello clinica, sperimenta le terapie individuate sui pazienti. Molti ricercatori Telethon impiegano anni del proprio lavoro per assicurarsi che una terapia sia efficace e sicura.

L’obiettivo di Telethon è quello di trasformare i risultati della ricerca scientifica di eccellenza, selezionata e sostenuta nel tempo, in farmaci e terapie disponibili per tutti i pazienti del mondo. Una visione che da qualche anno sta diventando realtà, grazie a terapie innovative che attirano l’attenzione di sempre più gruppi farmaceutici.  Sviluppare collaborazioni con istituzioni sanitarie pubbliche e private affinché il lavoro non si fermi al risultato scientifico di successo, ma diventi realmente accessibile per ogni paziente.

La campagna di raccolta fondi di Telethon sarà, inoltre, lanciata il 19 e 20 dicembre in tutti gli stadi di serie A.

Per maggiori informazioni visita il sito www.telethon.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>