Qual è la pentola più sicura?

di Pina Commenta

Probabilmente vi sarà capitato di leggere dei perfluorocarburi contenuti in alcune pentole antiaderenti e che verrebbero rilasciati durante la cottura, provocando danni alla salute. Notizie come queste fanno subito pensare al fatto di dover prestare maggiore attenzione al pentolame da scegliere.

In generale il desiderio è quello di trovare pentole che non provochino danni alla salute e all’ambiente e anche che siano semplici da pulire. Le regole base sono:

  1. Ridurre: comprare solo ciò che ti serve. Scegli pentole che possano avere più utilizzi e una lunga vita.
  2. Riutilizzare: puoi comprare anche pentole usate, è una buona scelta.
  3. Riciclare: è importante trovare nuovi usi per le tue vecchie pentole e padelle.

Tornando alla salute, non si hanno prove certe che determinate pentole possano provocare danni, sostanzialmente dobbiamo fidarci di quanto si dice e non si dice. Ma si sa, la salute è al primo posto nella hit parade delle preoccupazioni, anche quando si tratta di scegliere una pentola. Per cui vediamo le tipologie più comuni in commercio:

  • Pentole antiaderenti

È una delle pentole (o padella) più popolare ma anche una delle più controverse. Quando si raggiungono alte temperature queste pentole rilascerebbero sostanze chimiche tossiche e gas fra cui anche agenti cancerogeni, il tutto contenuto nel rivestimento antiaderente.

Il consiglio è di non lasciare mai le pentole antiaderenti incustodite su una fiamma libera o altra fonte di calore e provare a mantenere le temperature di cottura sotto i 450 gradi.

Non utilizzare utensili metallici su queste pentole e lavarle a mano con detergente e spugna, senza utilizzare la lana d’acciaio. Bisogna infatti fare attenzione a non usurare la superficie della pentola, facilitandone il distacco.

  • Pentole in acciaio inox

Queste pentole sono costituite da una serie di metalli diversi, tra cui nichel, cromo e molibdeno. Questi possono effettivamente migrare nel cibo ma, a meno che la pentola non sia particolarmente usurata e danneggiata, la quantità di metalli che possono trasferirsi negli alimenti è davvero trascurabile.

Così come per le pentole antiaderenti, anche per quelle in acciaio inox si sconsiglia di utilizzare metodi abrasivi per la pulizia.

Continua…

Photo Credits |studioVin/ Shutterstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>