Come curare l’onicomicosi con i rimedi omeopatici

di Pina Commenta

L’onicomicosi, ovvero la micosi alle unghie, si manifesta quando un fungo infetta una o più unghie formando una macchia biancastra o giallastra. Ovviamente il disturbo può colpire le unghie di mani e piedi e se il fungo si diffonde in profondità può macchiare e ispessire le unghie che rischiano anche di indebolirsi molto, fino a “sbriciolarsi”.

unghie mani piedi

Come abbiamo detto, la causa sono i funghi, ovvero microrganismi, in questo caso generalmente dermatofiti, che proliferano negli ambienti caldi e umidi, possono penetrare nella pelle attraverso i tagli microscopici o grazie a una piccola separazione tra l’unghia e il letto ungueale.

Il problema può essere molto doloroso e quindi è assolutamente importante consultare un medico che di certo saprà consigliarvi la cura giusta.

È possibile inoltre affidarsi ad un rimedio omeopatico per provare a curare il problema. Si tratta di Antimonium Crudum 7 CH. Questo rimedio va assunto in 5 granuli per un volta al giorno.

Questo rimedio può rivelarsi utile in caso di cheratosi, calli, duroni, occhi di pernice, verruche, pustole e screpolature, nonché unghie che si spezzano, che cadono, escrescenze cornee sotto le unghie.

Approfittiamo per consigliare anche qualche olio essenziale utile in questi casi, da utilizzare lasciando cadere una goccia sull’unghia infettata o diluendone qualche goccia per un pediluvio. Possiamo utilizzare, dunque, l’olio essenziale di tea tree, olio essenziale di calendula o olio essenziale di origano.

Per prevenire questo tipo di problema, è importante non camminare scalzi in ambienti umidi, come le docce pubbliche delle palestre o i bordi delle piscine.

Trovi altri rimedi omeopatici qui.

Photo Credits |suravid/ Shutterstock