I pidocchi, un problema che si può prevenire, come riconoscerli

di Mariella Commenta

Il rientro a scuola porta degli sgraditi ospiti: i pidocchi. Questi parassiti, infatti, la fanno da padrone nelle aule scolastiche, all’asilo e negli ambienti in cui si vive in comunità. Oltretutto, diversamente dall’opinione comune, i pidocchi. attaccano tutti i tipi di capelli e non solo quelli sporchi o lunghi. Ecco in che modo si può prevenire l’infestazione. I pidocchi sono comuni negli asili e nelle scuole, ossia nei luoghi dove i bambini trascorrono diverso tempo e hanno molteplici occasioni per essere a stretto contatto tra loro, testa a testa, facilitano il passaggio degli insetti da un piccolo all’altro. I pidocchi si moltiplicano soprattutto nei mesi freddi, perchè vengono trasportati da cappellini, sciarpe e colli dei giubbotti.

Come riconoscere le uova
I pidocchi sono piccoli insetti (circa mezzo millimetro di lunghezza) grigio-neri, privi di ali (per passare da una testa all’altra afferrano i capelli). Vederli sul cuoio capelluto non è facilissimo, a meno che i bambini abbiano i capelli molto corti. Più facile, invece, è individuare le lendini che si incollano ai capelli, a 1-2 centimetri dal cuoio capelluto. Le uova sono delle specie di palline di 1-2 millimetri di lunghezza, bianche, traslucide, attaccate saldamente al capello. Per distinguerle dalla forfora basta provare a sfilarle dai capelli. Se si tratta di lendini non vengono via neppure con le unghie. I punti in cui i pidocchi depongono più facilmente le lendini sono le aree dietro le orecchie e, in parte, la nuca.

I vero e i falso dei pidocchi

FALSO che i pidocchi infestino più facilmente i capelli sporchi, vanno sulle teste che riescono a raggiungere più facilmente perchè capitano vicine. Possono aggrapparsi sia ai capelli puliti sia a quelli sporchi. La loro presenza non è assolutamente indice di cattiva igiene.

VERO che i capelli ricci piacciono meno ai pidocchi. Più i capelli sono lisci e più facilmente i pidocchi riescono ad attaccarsi e a raggiungere il cuoio capelluto. I riccioli degli occidentali, però, sono in genere morbidi e, quindi, abbastanza facili da scalare. I capelli corti e crespi scoraggiano l’invasione dei pidocchi.

FALSO che non bisogna lavare spesso la tesa, se è vero che i pidocchi non sono particolarmente attratti dai capelli sporchi è altrettanto vero che una buona igiene può aiutare a limitare i rischi. Non perchè il pulito dia fastidio ai pidocchi, ma perchè il balsamo rende i capelli più scivolosi, dunque più difficili da attaccare.

VERO che legare i capelli più essere utile a limitare i pericoli. I capelli lunghi legati hanno meno probabilità di svolazzare e, quindi, di venire a contatto con i pidocchi. Per le bambine vanno quindi benissimo coda, codici e trecce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>