L’ omeopatia per vincere lo stress e prepararsi all’ inverno, i sintomi e i rimedi

di Mariella Commenta

Dopo le vacanze è un nuovo inizio, il periodo migliore per riprendere i ritmi di tutti i giorni con rinnovato slancio, almeno in teoria, perchè la realtà delle cose può essere ben diversa. C’è chi infatti, si trova impreparato al fatidico ritorno alla vita quotidiana e finisce per fare i conti con lo stress da rientro, che si fa sentire sia a livello mentale che a quello fisico. C’è chi, sull’onda dell’entusiasmo, si ributta a capofitto negli impegni, vecchi e nuovi, per approfittare dei benefici delle vacane. Ma il rischio dietro l’angolo è quello di un superlavoro che riporta ai livelli di stress pre vacanze. L’omeopatia è un valido alleato per queste situazioni passeggere, poiché non ha alcun effetto collaterale.

Lo stress si riconosce subito, per un insieme di sintomi di malessere psicofisico: frequente e immotivata stanchezza, svogliatezza, stordimento, difficoltà di concentrazione, facilità alla disattenzione, malumore, eccessivo nervosismo, irritabilità e continui stati di ansia, sono i più frequenti sintomi a livello mentale, che si associano spesso anche a disturbi del sonno, mal di testa, tremori, palpitazioni sensazione di avere un nodo alla gola, crampi e bruciori di stomaco.

Vediamo i principali disturbi da stress ed i rimedi omeopatici, si possono prendere singolarmente, ma si trovano anche associati in una sola compressa (alla diluizione omeopatica 6 CH, di cui prenderne due da lasciare sciogliere in bocca tre volte al giorno, proprio contro lo stress psicofisico, gli stati di ansia e di lieve insonnia passeggera.

Risvegli notturni associati a crampi, agitazione e senso di:
Aconitum

Mal di testa, intolleranza verso tutto ciò che ci circonda e si finisce con il dormire male, con un sonno interrotto più volte nell’arco della notte:
Belladonna

Palpitazioni, crampi e bruciori di stomaco:
Chelidonium majus

Risvegli notturni improvvisi, associati a una sensazione di panico:
Abrus precatorius

Spasmi gastrointestinali e bruciore di stomaco:
Calendula officinalis

Malinconia forte che si traduce in pianti, sospiri, tremori, palpitazioni e una sensazione di noto alla gola:
Ignatia amara

Apprensione, impazienza e si accompagna a crampi, difficoltà digestive e a qualche linea di febbre:
Argentum niticum

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>