Colecisti, dopo l’intervento subito a casa, i vero e i falso sui calcoli alla colecisti

di Mariella Commenta

La colecisti, chiamata anche cistifellea, è una piccola sacca che contiene delle sostanze prodotte dal fegato: la bile, utile nella digestione. A volte però al suo interno si formano calcoli di varie dimensioni, a base di colesterolo, anch’esso prodotto dal fegato, e di sali di calcio. Ne può derivare quindi un malfunzionamento che, in determinati casi, richiede la rimozione della colecisti stessa. L’intervento per la sua rimozione adesso non è più come una volta ed è sempre meno invasivo.

I calcoli alla colecisti si possono risolvere chirurgicamente con un ricovero che prevede in genere una sola notte di degenza in ospedale e consente un recupero praticamente immediato. L’intervento si esegue con tecniche mininvasive, praticando solamente tre forellini di pochi millimetri di lunghezza, che non necessitano nemmeno l’applicazione di punti di sutura.

La colecisti colpisce prevalentemente le donne, le coliche non giungono improvvise ma precedute da difficoltà digestive, una dieta troppo drastica può portare a questo disturbo. Ma vediamo quali sono i vero e i falso sui calcoli alla colecisti.

Vero: a volte i fastidi alla colecisti non dipendono da veri e propri calcoli ma da un addensamento della bile chiamato fango biliare. In questo caso l’utilizzo dei farmaci può essere utile a rimuovere questa patina che ostruisce il passaggio della bile.

Falso: che le coliche giungano improvvisamente, senza avere mai sintomi precedentemente, il paziente con una cola ha sempre di difficoltà digestive nel periodo precedente a questo evento acuto.

Vero che i pazienti sovrappeso sono più soggetti ai calcoli della colecisti, accade a causa dell’alimentazione troppo calorica e troppo ricca di colesterolo, tipica di questo genere di pazienti.

Falso che i calcoli alla colecisti possa essere curati, similmente a quelli renali, con l’uso di apparecchiature a onde d’urto. Lo si credeva una volta ma, visti i risultati inferiori alle aspettative, la tecnica è stata abbandonata.

Vero che un forte dimagrimento improvviso causato da una dieta troppo drastica può portare problemi alla colecisti. Il caso di peso improvviso determina un aumento della produzione di colesterolo da parte del fegato, che può causare calcoli alla colecisti.

Vero che dopo l’intervento chirurgico per la rimozione della colecisti affetta da calcoli non è raro che il paziente aumenti di peso. Questo accade perché il paziente, libero dalle limitazioni della dieta cui doveva sottoporsi per evitare le coliche, tende a eccedere con alimenti ricchi di calorie che prima gli erano proibiti.

Falso che in caso di colica causata da calcoli alla colecisti il rimedio migliore consiste nell’applicazione di una borsa dell’acqua calda sulla parte dolente. Il rimedio migliore è una borsa del ghiaccio per placare l’infiammazione.