Obiettivo benessere: mal d’ autunno, perché viene e come si presenta

di Mariella 2

In mal d’ autunno si manifesta con stanchezza, apatia e sonnolenza. Ma il sintomo più caratteristico è l’ aumento di appetito, in particolare la voglia di carboidrati: zuccheri, ma anche pasta, pane, pizza; questi cibi favoriscono, infatti, la produzione di serotonina, che in autunno diminuisce. Di conseguenza, si tende ad aumentare di peso. Ci sono anche forme più serie: in questo caso la persona soffre di SAD (seasonal affective disorder), un disturbo classificato come depressione atipica. Le forme di depressione tipiche, infatti, si accentuano a primavera e sono caratterizzate da una diminuzione dell’ appetito. La SAD, invece, si aggrava in autunno (e scompare durante la bella stagione).

Le cause del mal d’ autunno
Quando arriva l’ autunno, le giornate si accorciano e la luminosità diminuisce, l’ organismo deve quindi adattarsi. La maggior parte delle persone è dotata di un perfetto meccanismo di adattamento. In alcune persone, però, tale meccanismo crea qualche problema. Tale fenomeno dipende dal cattivo funzionamento dell’ area dell’ ipotalamo dove hanno sede l’ orologio biologico e la ghiandola pineale. Quest’ ultima controlla l’ adattamento del fisico all’ intensità e alla durata della luce: in base all’ alternanza luce/buio produce alcune sostante. In presenza della luce secerne serotonina, che migliora l’ umore, regola l’ appetito e il piacere, mentre in presenza del buio produce la melatonina, che accentua il bisogno di riposo e abbassa il tono dell’ umore.

Chi è a rischio mal d’ autunno
– donne stressate che hanno ritmi di lavoro molto intensi o con sindrome premestruale
– persone che vivono in ambienti poco illuminati e, preferibilmente, nel nord Italia
– persone che fanno turni di notte, dormendo durante il giorno e perdendo ore di luce, o che fanno spesso viaggi intercontinentali

L’ integratore per il mal d’ autunno
La Rodiola è una pianta officinale utilizzata in genere per favorire la riduzione del peso corporeo (attenua la fame). In realtà è anche un efficace antidepressivo. La rodiola stimola l’ umore e previene la depressione. Rosavine e salidrosine, i due principi attivi presenti in questa radice, stimolano il trasporto dei precursori della serotonina e ne aumentano la disponibilità al livello del cervello. Inoltre, rafforza l’ attività del sistema immunitario attivando la produzione delle cellule NK. Prendi 1-3 compresse al giorno, con acqua o altra bevanda, prima dei pasti.

Commenti (2)

  1. Questa è veramente una bella notizia in quanto non sapevo da cosa dipendesse questo mio malessere che si attenua quando ci sono belle giornate…mi stava venendo la paranoia!!
    Grazie

  2. Fantastico articolo, non sapevo assolutamente da cosa provenisse questo mio “”malessere” autunnale! Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>