Trattamenti antirughe di medicina estetica: Peeling viso contro le rughe e le macchie scure

di Mariella Commenta

Il Peeling viso antirughe e contro le macchie scure
L’ invecchiamento della pelle del viso inizia già dai 30 anni: la pelle perde man mano la sua capacità di trattenere acqua e compaiono le prime rughe. La comparsa delle rughe dipende dal rallentamento del turn over (ricambio) cellulare con la comparsa di pelle opaca e spenta, e dai fattori ambientali esterni come: esposizione del viso ai raggi UV, fumo, alimentazione, stress.
Questi fattori liberano i radicali liberi che contribuiscono alla distruzione delle componenti principali del derma che rendono la pelle giovane: collagene, elastina, acido ialuronico.
L’ invecchiamento del viso dipende quindi da diversi fattori:
– Comparsa delle rughe
– Variazione di pigmentazione(ipercromie e macchie della pelle del viso)
– Perdita di elasticità e rilassamento della pelle del viso
– Cute in eccesso
– Alterazione di collagene ed elastina che regolano il tono e l’elasticità della pelle del viso
CLASSIFICAZIONE DELLE RUGHE DEL VISO:
Rughe di espressione o muscolo mimiche: rughe della fronte, zampe di gallina, rughe intorno alla bocca, rughe del collo (collane di venere)
Rughe gravitazionali: solchi intorno al naso, rughe intorno alla bocca (labio geniene) per abbassamento degli angoli della bocca, doppio mento
Rughe attiniche: derivano da un danno cumulativo esercitato dai raggi solari
Pieghe da sonno

TRATTAMENTI ANTIRUGHE DI MEDICINA ESTETICA: I PEELING ANTIRUGHE

La medicina estetica offre diversi tipi di trattamenti delle rughe del viso con tecniche poco invasive e rispondenti alle esigenze del paziente. Un’ ottima strategia antirughe è quella del Peeling Chimico.

PEELING CHIMICI
I peeling chimici usati in medicina estetica servono ad accelerare il rinnovamento cutaneo e a ringiovanire il viso, facendo staccare velocemente falde di pelle attraverso l’ uso di un agente chimico che viene applicato sulla superficie cutanea del viso.
Cosa possono fare i peeling chimici:
– Ridurre il danno da sole;
– Combattere le discromie cutanee (macchie della pelle del viso);
– Attenuare le rughe sottili;
– Migliorare la texture cutanea
Cosa NON possono fare i peeling chimici:
– Rimuovere le rughe profonde;
– Cancellare le cicatrici profonde;
– Migliorare la lassità cutanea (pelle del viso cadente)

YELLOW PEEL: il peeling viso contro le macchie scure
Il nome Yellow Peel è legato alla colorazione giallina (come lo zafferano) che questo particolare tipo di peeling lascia sulla pelle quando viene applicato.
Lo Yellow Peel è un mix di molecole in grado di ottenere notevoli miglioramenti del viso, sia in presenza di macchie del viso che in presenza di danni provocati dal foto invecchiamento (da esposizione al sole). E’ molto importante seguire la prescrizione medica successiva al peeling con Yellow Pell, pena un totale invalidamento del risultato. Il trattamento è personalizzato: le modalità, gli steps e i tempi di applicazione variano in base al soggetto e al problema da risolvere.

Indicazioni del trattamento con Yellow Peel:
– Discromie (macchie del viso) da cause varie: gravidanza, contraccettivi, applicazione di topici fotosensibilizzanti
– Rughe sottili del viso

NANOPEELING
E’ una strategia innovativa: un peeling high tech alle nanoparticelle di silicio. Vengono usate nanoparticelle piccole (milionesimi di millimetro) ma dotate di una grande superficie in grado di veicolare i principi attivi in profondità, è pertanto possibile realizzare un ottimo peeling con concentrazioni più basse di reattivo chimico.

Fonte: Comunicato Stampa Dr.ssa Maria Luisa Pozzuoli
La Dottoressa Pozzuoli opera a Torino e a Brescia e collabora con il sito Esteticalive.it, sito internet specializzato in chirurgia e medicina estetica con uno staff di chirurghi estetici plastici professionali in tutta Italia.
Per richiedere una visita o maggiori informazioni: www.esteticalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>