Parto indolore e cellule staminali per la cura delle malattie sono i temi del convegno del 30 Ottobre 2008 a Cuneo

di Mariella Commenta

Parto indolore e cellule staminali per la cura delle malattie sono i temi del convegno del 30 Ottobre 2008 a Cuneo

Cellule staminali da cordone ombelicale e parto indolore sono due temi di grandi attualità che possono rappresentare un notevole passo in avanti nella ricerca medica e scientifica.
Il Lions Club Busca e Valli insieme a Genico, società svizzera specializzata nella gestione della crioconservazione delle cellule staminali da cordone ombelicale, propongono un incontro pubblico, giovedì 30 ottobre, alle ore 20,30 al Filatoio Rosso di Caraglio (Cuneo) proprio per affrontare questi delicati temi. Il titolo della conferenza è infatti : ” Staminali da cordone ombelicale e il parto indolore “. Lo scopo dell’ incontro è offrire un’ occasione di dialogo e confronto e fare informazione su due questioni molto delicate in modo il più possibile oggettivo e obiettivo.
Infatti, anche se la comunità scientifica è abbastanza concorde sul prelievo e la conservazione delle cellule staminali da cordone ombelicale, la legislazione italiana non è ancora chiara.
C’è, di fatto, la predisposizione al prelievo e allo stoccaggio in ambito pubblico; operazioni che però non sono ancora concesse all’ ambito privato. Ma la conservazione delle cellule staminali da cordone ombelicale è possibile: la legislazione italiana, infatti, prevede la possibilità di affidarsi a strutture straniere, naturalmente nel rispetto dei protocolli sanitari internazionali.
Conservare le cellule staminali è una scelta d’ amore, decisamente lungimirante nei confronti dei propri figli, commenta Paolo Bassanini, biologo, direttore di Genico. La ricerca medica, infatti, ha compiuto passi da gigante e, oggi, con le cellule staminali è già possibile curare numerose malattie: dalle leucemie ad alcuni tumori maligni, dalle malattie del sangue ad una serie di malattie correlate al sistema metabolico.

L’ altro tema della serata è la questione del parto indolore e, più nel dettaglio, dell’ utilizzo dell’ anestesia peridurale, una pratica che ancora oggi non viene eseguita in tutti gli ospedali anche perché comporta una serie di problematiche a livello di organizzazione e di presenza degli anestesisti al momento del parto.
Nonostante questo, però, le richieste dei parti in analgesia epidurale sono aumentate del 70 per cento negli ultimi tre anni nel Nord Italia, passando da circa il 6 per cento nel 2005 a quasi il 10 nel 2007.
(Per approfondimenti sul Parto Indolore vedi anche l’ articolo correlato, clicca qui: Gravidanza e Parto indolore con l’ anestesia epidurale).

Al convegno di giovedì 30 ottobre, inizio alle 20,30 presso il Filatoio Rosso di Caraglio (Cuneo), saranno presenti:
Pierdino Rattazzi, direttore del reparto di Ostetricia e Ginecologia ospedale S. Croce e Carle di Cuneo;
Antonio Guelfi, responsabile Servizio reparto Ostetricia ospedale S. Croce e Carle di Cuneo;
Bruno Favilla, responsabile Servizio Ecografia reparto di Ostetricia e Ginecologia all’ospedale S. Croce e Carle di Cuneo;
Paolo Bassanini, biologo, direttore di Genico SA;
Federica Ferrero, ostetrica, capo reparto di Ostetricia all’ospedale S. Croce e Carle di Cuneo;
Barbara Salvestrini, ostetrica, responsabile della donazione pubblica di staminali da cordone.
Moderatore: Fabio Moretti del Lions Club Busca e Valli.

Genico – società svizzera con sede in Ticino fondata nel 2001, è attiva nel campo della crioconservazione autologa di cellule staminali da cordone ombelicale. Il servizio personalizzato Genico, unico al mondo, si avvale di consulenti locali dedicati a seguire i futuri genitori e si distignue per il doppio stoccaggio dei campioni di cellule staminali che permette un doppio livello di sicurezza ed un eventuale doppio utilizzo.
Per ulteriori informazioni: www.genico.ch

(Fonte: Comunicato Stampa Ufficio stampa Genico Eo Ipso)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>