Vaccino gratuito contro papilloma virus al via in tutte le regioni

di Mariella Commenta

Tutte le Regioni prevedono la partenza tra maggio e settembre, e comunque entro il 2008, della vaccinazione gratuita contro l’ HPV (il Papilloma virus che può causare il tumore al collo dell’ utero) stabilita dal Ministero della Salute per le ragazzine 11-12enni. Al momento solo il Piemonte e le Marche, oltre alle Asl di Catanzaro in Calabria e quella di Palermo in Sicilia, non hanno ancora provveduto ad effettuare la gara per l’acquisto dei Vaccini contro l’ Hpv. Dal 2009 tutte le ragazze comprese nelle coorti previste dagli studi (11-12 anni) saranno vaccinate. I dati aggiornati sono stati resi noti il 22 aprile da Onda (Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna) a Milano in occasione dell’incontro pubblico Piccole donne crescono. Le Regioni già operative sono moltissime: la Basilicata, prima fra tutte, partita già nel 2007 prevede di vaccinare addirittura 3 coorti di ragazze (11,14 e 17 anni), poi, partendo da Nord a Sud troviamo la Valle d’Aosta (11 e 15 anni), il Veneto (12 anni), la Liguria, l’Emilia-Romagna, la Toscana, il Lazio e il Molise (11 e 12 anni). Tutte le altre hanno già provveduto o stanno provvedendo a far svolgere la gara d’acquisto delle dosi di vaccino e hanno programmato di iniziare la chiamata delle 12enni a partire da dopo l’estate. In Friuli Venezia Giulia, Umbria, Puglia e Sardegna la gara si è svolta in questi giorni, le coorti interessate sono 2 (11 e 12 anni) ed è prevista la partenza a Settembre. In Lombardia, in Abruzzo e in Campania verranno vaccinate, sempre da Settembre, le 11enni. Lo stesso vale per le province di Trento e Bolzano. Dunque la vaccinazione contro l’ Hpv non è più un’ utopia.

L’avvio delle campagne regionali di vaccinazione contro l’ Hpv – commenta Daniel Jacques Cristelli, amministratore delegato della Sanofi Pasteur MSD, una delle due aziende farmaceutiche che fornisce il vaccino anti Hpv in Italia è un’ importante conquista di sanità pubblica e la prova che il Servizio Sanitario Nazionale e le Regioni investono e credono nella prevenzione. Dopo la Basilicata, Valle d’Aosta e Sicilia, già da qualche mese, infatti, anche la Toscana, il Lazio, l’ Emilia Romagna, il Veneto e il Molise hanno avviato il programma di vaccinazione con offerta attiva e gratuita per le ragazze di 12 anni, rendendo così una realtà la prevenzione verso quella che è la principale causa del secondo tumore big-killer delle donne. A maggio sarà la volta di altre regioni, come ad esempio l’ Abruzzo e la Campania. Entro il mese di settembre mi auguro che questa grande opportunità di prevenzione, resa possibile grazie al lavoro e impegno assunti da parte di tutte le istituzioni coinvolte, sia a livello nazionale che locale, sia disponibile per tutte le 250 mila ragazze di 12 anni, in ogni regione italiana“.

Fonte: Comunicato Stampa Regioni.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>