Come i virus abbattono il sistema immunitario

di Ma.Ma. Commenta

Come fanno i virus ad agire indisturbati aggirando il sistema immunitario? A scoprirlo sono stati i ricercatori dell‘IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano che hanno individuato il meccanismo utilizzato da alcuni virus per eludere il sistema immunitario e proliferare indisturbati all’interno del corpo umano.

La scoperta è importante perché può rappresentare una buona base di partenza per mettere a punto vaccinazioni ancora più funzionali, come sottolineano gli stessi esperti. La parola al dottor Matteo Iannacone, a capo dell’unità di ricerca in Dinamica delle Risposte Immunitarie nella Divisione di Immunologia, Trapianti e Malattie Infettive del San Raffaele:

10 TRUCCHI PER RAFFORZARE LE DIFESE IMMUNITARIE

L’obiettivo era capire cosa va storto nel funzionamento della risposta immunitaria. Con la microscopia intravitale si è visto che i virus chiamano nei linfonodi i monociti infiammatori, una particolare cellula del sistema immunitario, che uccidono i linfociti B: in questo modo si bloccano gli anticorpi e il virus è libero di riprodursi. Abbiamo provato a intervenire direttamente sui monociti infiammatori e abbiamo scoperto che eliminandoli o disattivandone la funzione, i linfociti B riescono di nuovo a produrre anticorpi così da eliminare il virus

LE DIFESE IMMUNITARIE DELL’ ORGANISMO VANNO AIUTATE, LE REGOLE PER TENERE IN FORMA LE TUE DIFESE

La ricerca è stato finanziata dallo European Research Council (ERC), da Fondazione Giovanni Armenise-Harvard, dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC), della European Molecular Biology Organization e del Ministero della Salute e rappresenta una buona base di partenza per studi sempre più approfonditi sul rapporto tra virus e sistema immunitario.

Foto | Thinkstock

—-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>