I falsi miti sul sesso

di Malvi Commenta

Il sesso è un mondo ancora misterioso condito da tanti falsi miti. E i colleghi di Dagospia, nel riportare una intervista fatta alla educatrice sessuale Debby Herbenick, ne individuano i più ricorrenti. Andiamo dunque a scoprire di quali si tratta.

Il primo falso mito sul sesso è quello circa la lunghezza del pene.

La pubblicità per l’allungamento del pene e il porno hanno incasinato la percezione delle dimensioni del maschio medio. Quando gli dici di indovinare quale sia la dimensione media, ti dirà che il pene eretto medio dovrebbe essere lungo 14-16 centimetri. Invece molti studi nel corso degli anni hanno stabilito che la lunghezza media di un pene eretto sta tra i 13,7 e 14,2 centimetri

STRESS? LE DONNE MANGIANO, GLI UOMINI FANNO SESSO 

Altro falso mito, quello relativo al Punto G delle donne, in grado di dare piacere alle stesse:

Non si tratta però, come molti pensano, di una specie di bottone magico che, se premuto, fa esplodere la donna. È una zona posta nella parte anteriore della vagina: se stimolata in modo corretto, può portare piacere alla partner

Un altro tabù da sfatare è quello relativo all’uso della pillola: non è vero che durante il periodo di interruzione della pillola non si può fare sesso. Nella realtà delle cose la pillola previene l’ovulazione ed è efficace anche durante la settimana di interruzione. Insomma il mondo del sesso è ancora sconosciuto ai più, per questo motivo la educatrice sessuale Debby Herbenick sottolinea l’importanza di una maggiore informazione al riguardo.

Foto | Thinkstock