Fumo in gravidanza, gravemente dannoso per il feto

di Mariella Commenta

fumo-gravidanza-gravemente-dannoso-feto

La Giornata mondiale contro il tabacco, l’International Centre on Birth Defects and Prematurity, che si è tenuta a Roma, trattava proprio la salute infantile, sono risultati danni allarmanti, migliaia di bambini in Italia hanno problemi di salute e non riescono neppure a nascere, la causa è il fumo. Sappiamo tutti quanto sia dannoso fumare ma, quanto emerge da questo evento, celebrato il 31 maggio, è un vero e proprio bollettino di guerra.

Pensate che ogni anno in Italia sono 2700 i casi di infertilità femminile a causa del fumo, 1200 i casi in ci gli embrioni non si annidato, 500 casi di placenta previa, 500 casi di distacco della placenta.

E per completare il quadro, che non è certo positivo per le donne che, nonostante sappiano dei danni che il fumo può creare, non smettono, sono 860 i bambini nati prematuri e 1000 quelli sottopeso, 66 i nati morti e 20 le morti improvvise.

Pierpaolo Mastroiacovo, direttore del centro, aggiunge:

A questo si aggiunge l’ultimo dato scoperto in ordine di tempo cioè che quasi 4 mila casi di obesità infantile sono dovuti proprio all’esposizione al fumo durante la gravidanza.

Stando a quanto segnala l’esperto, non è sufficiente smettere di fumare quando di scopre la gravidanza, bisognerebbe addirittura farlo quanto si programma di diventare mamma:

Il 25% delle donne che scoprono di essere in gravidanza fuma, e di queste circa il 60% smette, se si smette quando lo si scopre però si è già all’ottava settimana, quando la parte più delicata dello sviluppo dell’embrione è già avvenuta, e quindi non si evita il rischio di malformazioni

.

Tutte le informazione sono state raccolte sul sito www.primadellagravidanza.it Ma l’esperto aggiunge un’informazione che interessa anche gli uomini, vale a dire il papà. Anche a loro è consigliato smettere di fumare:

Le sigarette abbassano il numero e la qualità degli spermatozoi, il che rende più difficile iniziare la gravidanza, inoltre è dimostrato che i figli di padri fumatori hanno un maggior rischio di leucemia, percheè l’embrione ‘si ricorda’ delle modifiche epigenetiche dello spermatozoo che l’ha generato

La conclusione, dunque, è molto chiara, il fumo nuove gravemente alla salute, anche alle donne in menopausa, c’è scritto anche sui pacchetti di sigarette, frase che dovrebbe fungere da deterrente ma, tranne i primi momenti di allarme quando le prime scritte comparivono sulle confezioni, per chi ha questo brutto vizio, non è cambiato nulla, difficile smettere di fumare. Speriamo che, almeno le donne che hanno una nuova vita dentro di loro, si fermino un momento a riflettere.

Photo credit: Malingering su Flickr